SCILLA. Elezioni comunali, Catalano (PD): «Noi pronti alla svolta»

23 Aprile 2015
816 Views
Stampa

francesco catalano

SCILLA – Condotte dalla vecchia guardia del Pd, le nuove leve del partito sono altrettanto cariche in vista delle amministrative. Nell’attesa di sciogliere la riserva sulla candidatura a sindaco, con la sfida tutta in famiglia tra i fratelli Gaetano e Pasqualino Ciccone, il locale circolo democrat continua a muoversi sul territorio per ascoltare la gente e conquistarne la fiducia. Tutti, nessuno escluso, cercano di dare il proprio contributo. Al di là di quello che sarà l’assetto definitivo della squadra che alla fine scenderà in campo. Su questo tiene a mettere un punto fermo Francesco Catalano, che a soli 24 anni può vantare un ruolo di primo piano nel Pd: vicepresidente regionale Gd, componente dell’assemblea regionale, dirigente provinciale, membro del direttivo scillese.
Come procede e come stai vivendo la campagna elettorale?
«Tutto bene. Siamo molto presenti e cerchiamo di coinvolgere quanta più gente possibile, tutte le fasce della popolazione. Coltivando quei rapporti diretti, magari casa per casa, che sono normali in un piccolo paese. Siamo al servizio della città».
Però la vostra lista sembra non sia pronta. Né tanto meno avete annunciato l’aspirante primo cittadino. O è solo una strategia per non avvantaggiare gli avversari? E tu, sei tra i papabili candidati alla carica di consigliere?
«E’ vero, non siamo usciti allo scoperto, ma qualche novità dovrebbe arrivare nei prossimi giorni. Il tempo che ci siamo presi è certamente legato anche all’apertura mantenuta verso la società civile, non abbiamo voluto chiudere tutto “a tavolino”, fare scelte definitive senza offrire ad altri la possibilità di approcciarsi alle nostre idee apportando novità e miglioramenti. Per quanto riguarda una mia possibile candidatura, come tutti ho dato la disponibilità. Ma è chiaro che bisogna pensare unicamente alla comunità e non a se stessi. Ciò che conta è che ognuno di noi vuol essere utile al progetto politico per risollevare Scilla dal pantano».
Giovani in prima linea, dunque?
«Noi giovani siamo importanti, ma l’esperienza non può mancare. Insomma, bisogna evitare uno squilibrio generazionale».
Anche i vostri possibili avversari, Domenico Mollica a parte, prendono tempo …
«Non ci curiamo di loro, guardiamo solo in casa nostra. Fermo restando che, sin dall’inizio, abbiamo proposto una linea improntata sul dialogo».
Quanto credete nel vostro progetto per Scilla?
«Siamo convinti di poter imprimere una svolta in questo paese. Una svolta che sia espressione e voce del popolo». f.m.

SCILLA – Il rilancio dell’economia locale. Vuole ripartire da questo punto il Pd di Scilla. Francesco Catalano ribadisce gli obiettivi già dichiarati dal segretario del partito Gaetano Ciccone. E lo fa nonostante lo spettro del dissesto finanziario continuerà a ripresentarsi ancora per un paio di anni dentro e fuori le stanze del palazzo comunale, al di là della dichiarazione che prossimamente dovrebbe sancirne la fine. «Fino al 2017 – afferma Catalano – saremo vincolati dal dissesto, anche a debito estinto. Dissesto che non era necessario e a cui ci siamo fortemente opposti come gruppo di minoranza, denunciando tutta una serie di rischi in primis per le tasche dei cittadini». Ciò comunque non toglie che qualcosa, più di qualcosa, va fatta e deve essere fatta. Catalano e il Pd lo sanno bene e progettano, in caso di vittoria alle elezioni, di sbloccare le licenze edilizie, di regolamentare il litorale con l’approvazione definitiva del Piano spiaggia, di accrescere l’offerta turistica con iniziative varie. E tra le altre cose, si cercherà di non perdere un treno che poi non passerà più: «I fondi europei. Restano solo 5 anni per presentare progetti che possano essere finanziati», avverte Catalano. f.m.

Potrebbe interessarti

Ponte sullo Stretto, a Villa una commissione fantasma: mistero sui nomi degli studiosi scelti dalla sindaca
Attualità
753 views
Attualità
753 views

Ponte sullo Stretto, a Villa una commissione fantasma: mistero sui nomi degli studiosi scelti dalla sindaca

Francesca Meduri - 11 Aprile 2024

di FRANCESCA MEDURI VILLA SAN GIOVANNI – Una commissione fantasma sembra essere quella formata dagli esperti studiosi arruolati a supporto…

Servizio idrico a Villa, in mezzo ai disagi una fattura da 350 mila euro per Sorical
Attualità
380 views
Attualità
380 views

Servizio idrico a Villa, in mezzo ai disagi una fattura da 350 mila euro per Sorical

Francesca Meduri - 9 Aprile 2024

VILLA SAN GIOVANNI - Sarebbe un guasto negli impianti Sorical la causa del grosso disservizio idrico che da domenica sta…

«Villa rischia di diventare uno dei luoghi più insalubri e invivibili d’Europa»
Attualità
337 views
Attualità
337 views

«Villa rischia di diventare uno dei luoghi più insalubri e invivibili d’Europa»

Francesca Meduri - 8 Aprile 2024

Nei giorni scorsi, il Circolo PD di Villa - delegazione composta dal Segretario Enzo Musolino e dai Dirigenti Salvatore Ciccone…