SCILLA. Rischio frana, aggiudicati lavori versante Bagnara e fiumara Favazzina

7 Aprile 2015
1067 Views

Stampa
un tratto della fiumara di Favazzina

SCILLA – Aggiudicati in via definitiva i lavori di mitigazione del rischio di frana lungo il versante tra Scilla e Bagnara, incluso il ripristino dell’officiosità idraulica della fiumara di Favazzina e dei fossi contermini. A eseguire gli interventi sarà l’impresa Safan srl (ausiliata) – Cave Spadea & C srl (ausiliaria), vincitrice dell’appalto per l’importo complessivo di 997.429,61 euro oltre Iva. Il termine per l’esecuzione di tutte le attività è di 300 giorni naturali consecutivi dalla data di verbale di consegna dei lavori. Bisognerà dunque aspettare ancora un bel po’ per vedere sistemata la fiumara di Favazzina. Il finanziamento in questione deriva dal “piano generale degli interventi per la difesa del suolo in Calabria- I fase- Por Calabria Fesr 2007/2013- Linea di intervento 3.2.2.1”. f.m.

Potrebbe interessarti

Poliambulatorio Asp Villa, “Nuvola Rossa” conferma l’allarme e annuncia l’ennesimo scippo
Attualità
12 views
Attualità
12 views

Poliambulatorio Asp Villa, “Nuvola Rossa” conferma l’allarme e annuncia l’ennesimo scippo

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

«Nei giorni scorsi la stampa locale ha richiamato l’attenzione sulle criticità perduranti del poliambulatorio di Villa San Giovanni, fondamentale presidio…

No Ponte Calabria su aggiornamento progetto: «Ciucci ha negato atti al Wwf»
Attualità
227 views
Attualità
227 views

No Ponte Calabria su aggiornamento progetto: «Ciucci ha negato atti al Wwf»

Francesca Meduri - 17 Febbraio 2024

«Ieri una notizia - quella del taglio delle stime di crescita per l'Italia - è stata oscurata da una non…

Villa, al via il restyling di piazza delle Repubbliche Marinare
Attualità
378 views
Attualità
378 views

Villa, al via il restyling di piazza delle Repubbliche Marinare

Francesca Meduri - 17 Febbraio 2024

VILLA SAN GIOVANNI - «Abbiamo aspettato qualche giorno prima di ufficializzare l’apertura del cantiere di “Patti per il sud” perché…