Villa, il dott. Oriente contro i “premi” ai dirigenti della sanità: lettera aperta a Occhiuto

15 Agosto 2022
903 Views
Stampa

VILLA SAN GIOVANNI – Non si arrestano le denunce del medico di base ed oncologo Salvatore Oriente sulle criticità e sulle stranezze del settore sanitario calabrese. Lo stimato professionista torna infatti a prendere carta e penna per una lettera aperta al governatore e commissario della sanità regionale Roberto Occhiuto: «Con enorme sofferenza e sfidando l’orgoglio di essere medico – scrive – devo da libero cittadino e da “soldato in trincea” nella lotta quotidiana alla pandemia da covid-19 censurare la scellerata scelta della Giunta regionale di “premiare” i dirigenti sanitari con aumenti di stipendio non dovuti e non meritati!». Oriente è un fiume in piena, la sua indignazione è al culmine e al presidente della Regione Calabria ricorda la dura vita dei medici di famiglia: «Noi medici di base che lavoriamo anche 15 ore al giorno senza negarci anche di notte e nei festivi – denuncia l’oncologo villese – non abbiamo avuto un euro di ristoro e di contro abbiamo dovuto affrontare spese extra per fornirci di presidi di protezione individuale a noi negati dai vari manager che si sono succeduti! A Reggio Calabria poi – rincara la dose – abbiamo avuto il primato per essere stata l’unica provincia d’Italia a non avere attivato le Aft, cioè le aggregazioni di medici che avrebbero di molto migliorato il servizio H12 su tutto il territorio ed anche in minima parte aumentato il contributo spese con indennità maggiori a noi medici che aspettiamo, sempre a Reggio Calabria, per merito dei dirigenti che volete “premiare”, arretrati del nostro contratto nazionale dal 2005!». Rilancia quindi il suo appello per una sanità più equa ed efficiente, con un nuovo affondo finale verso i dirigenti del settore:  «Il periodo delle “vacche grasse” è finito. Miglioriamo veramente i servizi sanitari con impegni di spesa più giusti ed etici. Premiamo e non sottoponiamo a vessazioni (il riferimento è alla vicenda della sua denuncia a proposito del disservizio del 118 regionale, ndr) chi lavora veramente con fatica ed è costretto a chiedere da 40 anni circa il supporto delle banche, mentre altri (i dirigenti!) sollazzano senza nulla produrre». (f.m.)

 

Potrebbe interessarti

Scilla, preparativi per una grande manifestazione pro ospedale. Tutti in piazza il 15 ottobre
Attualità
60 views
Attualità
60 views

Scilla, preparativi per una grande manifestazione pro ospedale. Tutti in piazza il 15 ottobre

Francesca Meduri - 4 Ottobre 2022

SCILLA – Una grande manifestazione pubblica per tornare a reclamare a gran voce il diritto alla salute e difendere con…

Bandi Miur: 13,5 milioni per l’adeguamento sismico delle scuole reggine
Uncategorized
73 views
Uncategorized
73 views

Bandi Miur: 13,5 milioni per l’adeguamento sismico delle scuole reggine

Francesca Meduri - 3 Ottobre 2022

Il delegato al Bilancio Giuseppe Ranuccio spiega le misure finanziate all'ente di Palazzo Alvaro e destinate alle scuole del comprensorio…

Villa, il 12 ottobre consiglio ad hoc sull’Istituto Maria Ausiliatrice. Neri: «Comune in sofferenza economica, ma la scuola non chiuderà»
Attualità
272 views
Attualità
272 views

Villa, il 12 ottobre consiglio ad hoc sull’Istituto Maria Ausiliatrice. Neri: «Comune in sofferenza economica, ma la scuola non chiuderà»

Francesca Meduri - 3 Ottobre 2022

VILLA SAN GIOVANNI – Un consiglio comunale ad hoc il 12 ottobre alle ore 14, per giungere a un percorso…