CALABRIA. Apertura generale della caccia, Spoleti: «Manca programmazione e gestione del territorio». Contestato il calendario venatorio

20 Settembre 2015
918 Views
Stampa

foto spoleti2
Domenica 20 settembre apertura generale della caccia in Calabria per le specie : Tortora, Quaglia, Ghiandaia, Cornacchia Grigia, Gazza, Lepre comune, Volpe. Insoddisfatti i cacciatori calabresi e in particolare i reggini, in quanto devono attendere il primo ottobre per poter esercitare la caccia al Fagiano, Colombaccio e al Cinghiale che tanti danni sta recando agli agricoltori mettendo in ginocchio le produzioni agricole. Domani in quasi tute le Regioni d’Italia si apre la caccia al Fagiano, che fine faranno i 5000 Fagiani liberati dagli ATC nei giorni scorsi considerato che da oggi si può esercitare la caccia con il cane da ferma? Ricordiamo ai cacciatori che prima del 1 ottobre il fagiano non si può cacciare e quindi la confusione regna sovrana. L’Arci caccia sostiene che la politica venatoria delegata agli ATC sta risultando inefficace in quanto i comitati di gestione si limitano a spendere i soldi della tassa regionale e della tassa di iscrizione agli ATC in mancanza di una programmazione seria di politica venatoria che vede impiantare sul territorio strutture di produzione e effettua in tempi idonei i piani di miglioramento ambientale. La mancanza di programmazione non fa raggiungere gli obiettivi che i cacciatori si aspettano e quindi a pagare è tutto il comparto venatorio armerie comprese. In alcune Regioni italiane è prevista la caccia in deroga allo Storno, mentre in Calabria non si può cacciare recando danni ingenti alla produzione dell’olio di oliva della nostra provincia. La chiusura generale è prevista per il 31 gennaio 2016 e anche in questa chiusura a farne le spese sono i cacciatori di beccacce perché la chiusura è anticipata al 20 gennaio e i cacciatori che abitano nelle zone ZPS come la Costa Viola che si vede limitare i giorni di caccia. L’Arci caccia augura un in bocca al lupo ai cacciatori reggini, affinchè si possa trascorrere un giorno all’aria aperta in tranquillità e nel rispetto delle leggi e nella salvaguardia della natura che abbiamo la fortuna di vivere.

Il presidente dell’ Arci Caccia Provinciale di Reggio Calabria

Prof.Giuseppe Spoleti

Potrebbe interessarti

Villa, in fiamme il quadro elettrico di Torre Telegrafo
Cronaca
251 views
Cronaca
251 views

Villa, in fiamme il quadro elettrico di Torre Telegrafo

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

VILLA SAN GIOVANNI - In fiamme il quadro elettrico della pubblica illuminazione di Torre Telegrafo. Lo ha annunciato poco fa…

Raccolta rifiuti a Villa, nuova protesta sindacale: per due giorni solo servizi essenziali
Attualità
183 views
Attualità
183 views

Raccolta rifiuti a Villa, nuova protesta sindacale: per due giorni solo servizi essenziali

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

VILLA SAN GIOVANNI - Possibili disservizi nella raccolta dei rifiuti sono attesi per le giornate di giovedì 22 e venerdì…

Poliambulatorio Asp Villa, “Nuvola Rossa” conferma l’allarme e annuncia l’ennesimo scippo
Attualità
130 views
Attualità
130 views

Poliambulatorio Asp Villa, “Nuvola Rossa” conferma l’allarme e annuncia l’ennesimo scippo

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

«Nei giorni scorsi la stampa locale ha richiamato l’attenzione sulle criticità perduranti del poliambulatorio di Villa San Giovanni, fondamentale presidio…