BAGNARA. Accesso al torrente Canalello, i vignaioli di “Caccipuio” scrivono ai commissari: «Mantenere la strada è fondamentale»

2 Settembre 2015
752 Views
Stampa

vignaioli bagnara

BAGNARA CALABRA – Sulle scrivanie dei commissari prefettizi giunge una lettera dei vignaioli della zona “Caccipuio”, che intervengono sulla fruibilità della strada di accesso al torrente Canalello (costruita .per il trasporto del materiale di demolizione del viadotto omonimo):
«In occasione della demolizione del viadotto Canalello – ricordano i vignaioli – l’ANAS ha provveduto ad ampliare una stradina interpoderale esistente ed a realizzare ex-novo la sezione atta a raggiungere la zona interessata ai lavori. Tale opera, realizzata in cemento, presenta protezioni laterali costituite dai cosiddetti “gabbioni” cioè gabbie realizzate con rete in ferro e riempite di pietre posate a guisa di muri a secco. Ad oggi, viene utilizzata dai mezzi pesanti che trasportano i materiali derivanti dalla demolizione. Per i sottoscritti sarebbe di vitale importanza – sottolineano – poter usufruire di tale strada al fine di raggiungere più agevolmente i rispettivi vigneti posti nella zona sottostante il viadotto, fino ad oggi accessibili solo percorrendo impervi sentieri e ripide scale. Vorremmo rammentare che la coltivazione dei vigneti “a terrazze”, oltre a valorizzare il territorio dal punto di vista estetico, rappresenta una garanzia per il mantenimento del territorio preservandolo dal dissesto idrogeologico che avrebbe conseguenze nefaste per il sottostante centro abitato. Inoltre – proseguono i vignaioli – verrebbe meno la produzione di uve pregiate e dei rispettivi vini con conseguenze negative sull’economia. Infine, il mantenimento di tale opera e la possibilità di poterne usufruire, permetterebbero uno sviluppo turistico della zona, come già detto, fino ad oggi poco accessibile. Certi di un pronto intervento da parte delle SS. VV. atto a rendere fruibile tale strada ai proprietari dei fondi limitrofi, i sottoscritti rimangono a disposizione per qualsiasi eventuale ulteriore chiarimento e delegano il sig. Santo Ventre quale portavoce (cell. 3470187505)».

Potrebbe interessarti

Villa, in fiamme il quadro elettrico di Torre Telegrafo
Cronaca
137 views
Cronaca
137 views

Villa, in fiamme il quadro elettrico di Torre Telegrafo

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

VILLA SAN GIOVANNI - In fiamme il quadro elettrico della pubblica illuminazione di Torre Telegrafo. Lo ha annunciato poco fa…

Raccolta rifiuti a Villa, nuova protesta sindacale: per due giorni solo servizi essenziali
Attualità
111 views
Attualità
111 views

Raccolta rifiuti a Villa, nuova protesta sindacale: per due giorni solo servizi essenziali

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

VILLA SAN GIOVANNI - Possibili disservizi nella raccolta dei rifiuti sono attesi per le giornate di giovedì 22 e venerdì…

Poliambulatorio Asp Villa, “Nuvola Rossa” conferma l’allarme e annuncia l’ennesimo scippo
Attualità
86 views
Attualità
86 views

Poliambulatorio Asp Villa, “Nuvola Rossa” conferma l’allarme e annuncia l’ennesimo scippo

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

«Nei giorni scorsi la stampa locale ha richiamato l’attenzione sulle criticità perduranti del poliambulatorio di Villa San Giovanni, fondamentale presidio…