VILLA. Comunali, il centrosinistra ha presentato Freno e linee programmatiche: partita ufficialmente la rincorsa agli uscenti

21 Aprile 2015
591 Views

Stampa
presentazione Freno

di FRANCESCA MEDURI

VILLA SAN GIOVANNI – Il centrosinistra ricomincia da Cosimo Emanuele Freno e tanti altri giovani. Lo fa contro ogni pronostico, ma con la consapevolezza che il futuro passa principalmente da una parola: rinnovamento. La sfida del prossimo 31 maggio si avvicina e la coalizione Pd-Sel-Psi-Orizzonti inediti-Md, denominata “Villa Bene Comune”, dà ufficialmente il via alla rincorsa al centrodestra di Antonio Messina, nella piena convinzione che partire sfavorita rispetto agli uscenti rappresenta un ulteriore stimolo a impegnarsi per convincere gli elettori. Le premesse sembrano buone, a giudicare dalla partecipazione che ha fatto registrare la conferenza di presentazione dell’aspirante primo cittadino.

Nella sala convegni dell’Hotel De La Ville, le poltrone sono praticamente tutte occupate. Da ben noti esponenti e simpatizzanti del centrosinistra, ma anche da tanti cittadini incuriositi dall’evento. In prima fila, naturalmente, i vertici dei partiti e movimenti della coalizione. Mentre al tavolo dei lavori, seduti accanto a Freno, ci sono i rappresentanti del centrosinistra in seno all’istituzione regionale (Domenico Battaglia, Giovanni Nucera, Giuseppe Neri, Sebi Romeo) e il segretario della federazione reggina del Psi Giovanni Milana. Assenti per sopraggiunti impegni Nicola Irto, Nino De Gaetano e Francesco D’Agostino.

Dopo l’introduzione di Valentina Pecora (direzione regionale Pd), Sebi Romeo inaugura il giro degli interventi lanciando stoccate alla giunta La Valle: «L’Amministrazione uscente – sostiene il capogruppo democrat in Consiglio regionale e segretario del Pd provinciale – ha tradito le attese e quindi questa esperienza non merita di continuare. In questi cinque anni è mancata un’idea di città, il fallimento è sotto gli occhi di tutti. Per questo il centrosinistra ha scelto Cosimo Freno, segno di rinnovamento, competenza e credibilità. Vi pare possibile che, nell’elenco delle opere fatte, venga citato – ironizza Romeo, richiamando il manifesto pubblicato di recente da La Valle e squadra – il presepe vivente?!». Romeo ha insistito anche sul ruolo di Villa San Giovanni nella costituenda area metropolitana e sul concetto di sinergia istituzionale, auspicando la vittoria del centrosinistra villese per una collaborazione ancora più forte con le realtà superiori (Regione e Governo nazionale) dello stesso colore politico.

Milana ha invece tenuto a lanciare un messaggio di speranza e fiducia per il futuro: «Il nostro obiettivo – afferma il leader del Psi provinciale, che è stato uno degli artefici della coalizione oggi in campo – è infondere volontà per andare avanti e creare un futuro migliore. Villa ha bisogno di una nuova speranza e, dunque, serve tanta voglia di riscatto».

Per il consigliere regionale Domenico Battaglia, Villa San Giovanni «merita un’attenzione particolare nella provincia reggina. La città deve recuperare la sua identità ed essere parte integrante del progetto di sviluppo dell’area dello Stretto, con Messina e Reggio Calabria. Il centrosinistra – dichiara Battaglia –appoggia Freno per raggiungere questo traguardo».

A spronare la coalizione “Villa Bene Comune” è poi stato il consigliere regionale di Sel Giovanni Nucera, che ritiene fondamentale ricucire gli strappi e le incomprensioni del recente passato: «Anche il centrosinistra villese, come già successo a livello regionale e a Reggio Calabria, ha scelto la strada del rinnovamento. Ma è pur vero che il centrosinistra vince se è unito e se allarga il suo campo d’azione. In questi giorni, pertanto, ci dobbiamo spendere a tal fine, lasciandoci alle spalle vecchie questioni. Solo così possiamo far vincere Freno!».

Lo stesso discorso è stato ripreso dal successivo intervento di Giuseppe Neri: «Che il centrosinistra unito vince – dichiara il consigliere regionale – lo dimostrano i fatti. Freno è il candidato del centrosinistra e la sua è una candidatura condivisa. Una novità politica, diversamente da quanto succede nel centrodestra che si presenta nel segno della continuità con l’Amministrazione uscente. Non possiamo permetterci – prosegue e conclude Neri – di perdere questa sfida, andiamo uniti e lo dico in primis a quanti non hanno ancora deciso chi votare».
E’ infine arrivato il momento del candidato a sindaco di “Villa Bene Comune”, «una coalizione – spiega Cosimo Emanuele Freno – prettamente politica. La scelta è ricaduta su di me in uno spirito di condivisione e partecipazione democratica, all’insegna dei principi di legalità e trasparenza. Al bando gli scissionisti, fermi nel loro ego. Ciò non paga!».

L’aspirante primo cittadino, richiamando i nomi degli ex sindaci Cosimo Calabrò e Giancarlo Melito, tiene però a puntualizzare: «Il passato non va dimenticato. Anzi, va ricordato per guardare al futuro». Passa quindi a illustrare il significato dello slogan “Villa Bene Comune”, ossia una città che sia di tutti, che metta il cittadino al centro delle varie scelte. Una città che consideri le persone come cittadini membri di una stessa comunità. «Bisogna – asserisce Freno – accorciare le distanze tra politica e cittadino col metodo dell’ascolto, come abbiamo già fatto in sede di elaborazione del programma raccogliendo le istanze tramite la distribuzione di opuscoli».

Istanze ben rappresentante pure nei dieci punti programmatici, giusto una sintesi del progetto della compagine “Villa Bene Comune”, accennati da Freno: qualità della vita, trasparenza e partecipazione, legalità, progetti e finanziamenti europei, innovazione, sviluppo e imprenditoria giovanile, waterfront e polo logistico, ecopass e mobilità, ambiente ed energie rinnovabili, turismo, cultura e sport. «Villa non può continuare a subire la propria posizione geografica», avverte Freno in ordine alla vocazione principale della città, ossia quella «di essere un nodo, un punto di incontro e di diramazione, con tutto ciò che comporta a livello commerciale, turistico, infrastrutturale, culturale».

«Villa, città dello Stretto, non deve più subire – ribadisce Freno – la propria posizione geografica che la porta a essere zona di passaggio, ma deve valorizzarla promuovendosi come baricentro dell’area dello Stretto, soprattutto adesso con l’avvio della Città Metropolitana di Reggio Calabria». Freno non alza mai i toni, sebbene a margine della serata non rinuncia a punzecchiare gli avversari politici: «Non basta avere “Villa nel cuore”, ma bisogna avere nel cuore le sorti della città». L’ultima stoccata per l’Amministrazione uscente è la proiezione del video di Crozza sulla Variante di Cannitello

Potrebbe interessarti

Coronavirus, altri 4 morti al Gom di Reggio. Anche un uomo senza altre patologie
Attualità
330 views
Attualità
330 views

Coronavirus, altri 4 morti al Gom di Reggio. Anche un uomo senza altre patologie

Francesca Meduri - 3 Dicembre 2020

La Direzione Aziendale del G.O.M. “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria comunica che nelle ultime ventiquattro si sono registrati 4…

Covid-19 a Villa, il virus non frena: 6 nuovi casi positivi
Attualità
420 views
Attualità
420 views

Covid-19 a Villa, il virus non frena: 6 nuovi casi positivi

Francesca Meduri - 3 Dicembre 2020

VILLA SAN GIOVANNI- Sei nuovi positivi oggi a Villa San Giovanni e salgono a 121 i casi accertati di coronavirus…

Villa, pioggia mette in ginocchio zona imbarchi
Uncategorized
1573 views
Uncategorized
1573 views

Villa, pioggia mette in ginocchio zona imbarchi

Francesca Meduri - 3 Dicembre 2020

A Villa San Giovanni sta piovendo ininterrottamente da stamattina e i disagi non si sono fatti attendere. In particolare,  il…