Ponte sullo Stretto, Pd Villa: «Serve un no precauzionale che parta dal Consiglio»

3 Giugno 2024
195 Views
Stampa

VILLA SAN GIOVANNI – «Il “punto di non ritorno” per Ciucci – lo ha detto recentemente a Villa e a Messina, dettando ai sindaci il “timing” dell’Opera – e’ l’approvazione del progetto definitivo da parte del CIPESS. Per lui il lavoro finisce lì. Perché?». Domanda e poi risponde Enzo Musolino, segreatrio del Circolo Pd di Villa San Giovanni. 

«Perché da quel momento il progetto – sostiene Musolino – diverrà un progetto di “Stato”, scatterà la dichiarazione di pubblica utilità per gli espropri, l’impresa esecutrice dei lavori potrà vantare il diritto al risarcimento in caso di blocco dell’Opera.
Ecco perché è importante – ora – sospendere ogni interlocuzione accelerante, ogni accordo teso ad agevolare l’iter.
Non basta chiedere alla Stretto di Messina Spa di “sospendere”, come non basta chiedere al “carnefice” di allontanare la morsa dalla vittima; non basta sollecitare altri a fermare la ruota che gira».

«Occorre – incalza quindi Musolino – assumersi una responsabilità diretta, sancire formalmente – partendo dai territori – un no di precauzione a questa Opera ideologica, ad un progetto irrecuperabile, non emendabile, scarso di approfondimenti, lontano dallo stato reale dei luoghi.
Di fronte a tanta arroganza, le Comunità locali, le Istituzioni rappresentative, debbono sottrarsi al tentativo di “privatizzare” le trattative, alle ripetute “visite” a Villa e a Messina dell’ a.d. Ciucci, sempre senza dibattito, senza confronto, senza “pubblico”, nel chiuso di un rapporto asimmetrico, di “Potere”, con i Sindaci dello Stretto sempre più sollecitati a chiudere accordi, a firmare protocolli».

«Che senso ha consentire ancora questa pantomima?», chiede ancora Musolino. 

«A Reggio, presto, nell’Aula Consiliare, – osserva il dirigente dem –  si dicutera la “mozione Pazzano” (Movimento La Strada) che, passata già in commissione, chiede, fra l’altro, di rimandare tutti gli atti al Governo, al Parlamento, disponendo uno studio serio sulle necessità infrastrutturali di Villa e di Messina, altro che approvazione del CIPESS!
Il Circolo PD di Villa chiede da tempo la stessa cosa a Villa.
Non perdiamo questa occasione per sancire definitivamente la volontà di tutela e protezione degli Enti coinvolti». 

 

Potrebbe interessarti

Truffe agli anziani, i carabinieri di Villa denunciano due napoletani. I consigli per non cadere in trappola
Cronaca
262 views
Cronaca
262 views

Truffe agli anziani, i carabinieri di Villa denunciano due napoletani. I consigli per non cadere in trappola

Francesca Meduri - 15 Giugno 2024

  I Carabinieri della Compagnia di Villa San Giovanni (RC) hanno denunciato a piede libero uno uomo e una donna,…

Da oggi la stazione di Cannitello riparte alla grande: oltre 20 fermate giornaliere per cittadini e turisti
Attualità
438 views
Attualità
438 views

Da oggi la stazione di Cannitello riparte alla grande: oltre 20 fermate giornaliere per cittadini e turisti

Francesca Meduri - 15 Giugno 2024

VILLA SAN GIOVANNI - «Si parte, anzi si riparte: da domani mattina ore 6:00 e fino ad oltre l'una di…

Il 15 e 16 giugno l’Ail è in “Campo”
Uncategorized
160 views
Uncategorized
160 views

Il 15 e 16 giugno l’Ail è in “Campo”

Francesca Meduri - 14 Giugno 2024

Ail in “Campo” è un’iniziativa di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle malattie del sangue, un contenitore di attività realizzate da Ail…