Villa, le proposte della minoranza per potenziare la sanità territoriale

20 Novembre 2023
343 Views
Stampa

Marco Santoro, capogruppo di minoranza di Villa San Giovanni, insieme ai consiglieri comunali di centrodestra Filippo Lucisano, Daniele Siclari, Stefania Calderone e Domenico De Marco, promuove «un appello congiunto e pragmatico per risolvere le problematiche sanitarie che affliggono la comunità di Scilla, specialmente dopo la chiusura del Punto di Primo Intervento della Casa della Salute e la perdita di servizi essenziali.

La notizia recente della sospensione dell’attività del laboratorio di analisi a Scilla, dove si effettuano prelievi ma non più analisi, ha evidenziato – scrive l’opposizione consiliare villese – la necessità di agire tempestivamente. Questo laboratorio rappresenta un punto di riferimento cruciale per l’utenza scillese e quella proveniente dai paesi limitrofi».

In un’azione congiunta, Santoro e i consiglieri sottolineano «l’importanza di un approccio collaborativo tra le autorità locali e l’Azienda Sanitaria Provinciale (ASP) di Reggio Calabria, con l’obiettivo di non interrompere quanto finora è stato affrontato ma non ancora risolto per la sanità territoriale a Scilla»

La proposta prevede «l’utilizzo delle strutture del poliambulatorio di Villa San Giovanni, in via Belluccio, come soluzione temporanea per garantire la continuità delle cure a Scilla. L’ala precedentemente adibita a centro vaccinale durante la pandemia è individuata come luogo idoneo per ospitare i servizi temporaneamente sospesi, con la presenza della guardia medica e di altri servizi come la medicina legale, il consultorio, la medicina del lavoro e la neuropsichiatria infantile.

La riflessione include – prosegue la minoranza – l’istituzione di un punto emergenziale territoriale, parte integrante della proposta. Santoro e i consiglieri sottolineano l’importanza di una postazione del 118 posizionata in modo ottimale per garantire risposte tempestive alle emergenze, contribuendo così a soddisfare le esigenze sanitarie della comunità.

L’azione congiunta – spiegano Santoro e compagni – mira a creare una sanità territoriale forte e ben strutturata nell’ambito dello Stretto di Messina. Gli appellanti invitano le autorità locali e l’ASP di Reggio Calabria a collaborare per implementare soluzioni pratiche e immediate».

Inoltre, si propone «il trasferimento temporaneo di altre specialistiche presso il Poliambulatorio in viale Zanotti Bianco, al fine di garantire la continuità sanitaria nell’hinterland territoriale, specialmente in vista della imminente realizzazione del Ponte sullo Stretto.

Il Poliambulatorio di Villa San Giovanni – rimarcano infatti Santoro e squadra – rappresenta un punto di riferimento fondamentale per l’intero ambito 14, accogliendo le esigenze territoriali di un grande numero di utenti. Pertanto, è imperativo potenziare le attività già esistenti e implementare nuovi servizi».

«Questa iniziativa sottolinea l’importanza di un sistema sanitario locale ben organizzato, evidenziando il ruolo fondamentale dei consiglieri di minoranza – concludono gli stessi consiglieri – nella promozione della salute e del benessere della popolazione dell’area tirrenica dello Stretto».

Potrebbe interessarti

Ponte sullo Stretto, a Villa una commissione fantasma: mistero sui nomi degli studiosi scelti dalla sindaca
Attualità
668 views
Attualità
668 views

Ponte sullo Stretto, a Villa una commissione fantasma: mistero sui nomi degli studiosi scelti dalla sindaca

Francesca Meduri - 11 Aprile 2024

di FRANCESCA MEDURI VILLA SAN GIOVANNI – Una commissione fantasma sembra essere quella formata dagli esperti studiosi arruolati a supporto…

Servizio idrico a Villa, in mezzo ai disagi una fattura da 350 mila euro per Sorical
Attualità
349 views
Attualità
349 views

Servizio idrico a Villa, in mezzo ai disagi una fattura da 350 mila euro per Sorical

Francesca Meduri - 9 Aprile 2024

VILLA SAN GIOVANNI - Sarebbe un guasto negli impianti Sorical la causa del grosso disservizio idrico che da domenica sta…

«Villa rischia di diventare uno dei luoghi più insalubri e invivibili d’Europa»
Attualità
304 views
Attualità
304 views

«Villa rischia di diventare uno dei luoghi più insalubri e invivibili d’Europa»

Francesca Meduri - 8 Aprile 2024

Nei giorni scorsi, il Circolo PD di Villa - delegazione composta dal Segretario Enzo Musolino e dai Dirigenti Salvatore Ciccone…