ITALIA. Casi Covid in forte aumento, ma al Pronto soccorso niente più test per gli asintomatici

9 Settembre 2023
514 Views

Stampa
Casi Covid in aumento in Italia nell’ultima settimana, secondo i dati del monitoraggio del ministero della Salute: 21.309 contagi nella settimana tra il 31 agosto e il 6 settembre con una crescita in percentuale del 44% rispetto al 20% della settimana precedente. Cala leggermente il dato dell’occupazione dei reparti che vede 1.872 pazienti con una percentuale del 2,7% contro il 3% dei 7 giorni precedente e un totale di 62.352 posti letti. Ma crescono i ricoveri in terapia intensiva con 49 pazienti e un totale di 8.858 per un tasso dello 0.6% contro lo 0.4% della settimana precedente.

È di ieri sera la circolazione con cui il dipartimento prevenzione del Ministero della Salute rende note una serie di indicazioni per l’effettuazione dei test diagnostici per SARS-CoV-2 per l’accesso e il ricovero nelle strutture sanitarie, residenziali sanitarie e socio-sanitarie

Esaminato l’attuale andamento clinico-epidemiologico e considerate le indicazioni contenute nei documenti nazionali e internazionali, anche al fine di rendere omogenea la pratica dell’effettuazione dei test a livello nazionale, si forniscono raccomandazioni in merito ai casi nei quali è opportuno procedere all’approfondimento diagnostico per SARS-CoV-2.

In ogni caso, resta ferma la responsabilità e la possibilità da parte del direttore sanitario della struttura o del clinico che ne ravvisi la necessità, di definire ulteriori indicazioni per l’effettuazione dei test e misure di prevenzione e protezione aggiuntive rispetto a quelle di seguito riportate.

Accesso in Pronto Soccorso e accesso per ricovero nelle strutture sanitarie

 

 

 

Per i pazienti che non presentano sintomi compatibili con COVID-19 al triage effettuato all’accesso al Pronto Soccorso non è indicata l’esecuzione del test per SARS-CoV-2.  

Per i pazienti che presentano sintomi con quadro clinico compatibile con COVID-19 è indicata l’effettuazione di test diagnostici per SARS-CoV-2. Laddove possibile, è opportuno attivare/mantenere un percorso più ampio di sorveglianza epidemiologica con la ricerca di altri virus, quali ad esempio: virus influenzali A e B, VRS, Adenovirus, Bocavirus, Coronavirus umani diversi da SARS-CoV-2, Metapneumovirus, virus Parainfluenzali, Rhinovirus, Enterovirus.

Per i pazienti che all’anamnesi dichiarano di aver avuto contatti stretti con un caso confermato COVID-19, con esposizione negli ultimi 5 giorni, è indicata l’effettuazione di test diagnostici per SARS-CoV-2.

 Per i pazienti, pur asintomatici, che devono effettuare ricovero o un trasferimento (sia programmato che in emergenza) in setting assistenziali ad alto rischio (es. reparti nei quali sono presenti pazienti immunocompromessi e fragili, strutture protette, RSA, etc.) è indicata l’effettuazione di test diagnostici per SARS-CoV-2.

Accesso alle strutture residenziali sanitarie e socio-sanitarie

 

 

Agli ospiti che devono accedere (es. nuovi ingressi, trasferimenti) alle strutture residenziali sanitarie e socio-sanitarie, in cui siano presenti persone fragili a rischio per età o patologie concomitanti, è indicata l’effettuazione di test diagnostici per SARS-CoV-2 al momento dell’accesso presso la struttura.

Contenimento dei contagi, misure di igiene e di protezione personale

 

 

Fermo restando il rispetto delle misure di igiene e protezione personale, utili alla riduzione del rischio di trasmissione dei virus respiratori, come previsto dall’Ordinanza del Ministro della Salute del 28/04/20231 e dalla Circolare n. 25613 dell’11 agosto 20232 , si precisa quanto segue: • i visitatori/accompagnatori che presentano sintomi compatibili con COVID-19 devono evitare di accedere alle succitate strutture; • gli operatori addetti all’assistenza sanitaria e socio-sanitaria che presentano sintomi compatibili con COVID-19 devono evitare di accedere in setting assistenziali, sia di degenza che ambulatoriali, dove sono presenti pazienti immunocompromessi e fragili, secondo le modalità e le procedure adottate dalle direzioni delle strutture.

Potrebbe interessarti

Il 15 e 16 giugno l’Ail è in “Campo”
Uncategorized
139 views
Uncategorized
139 views

Il 15 e 16 giugno l’Ail è in “Campo”

Francesca Meduri - 14 Giugno 2024

Ail in “Campo” è un’iniziativa di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle malattie del sangue, un contenitore di attività realizzate da Ail…

Reggio, Forza Italia diserta consiglio aperto sul Ponte: «Non ha senso adesso, Falcomatà si dimetta»
Attualità
89 views
Attualità
89 views

Reggio, Forza Italia diserta consiglio aperto sul Ponte: «Non ha senso adesso, Falcomatà si dimetta»

Francesca Meduri - 14 Giugno 2024

Consiglio aperto sul Ponte, dalla piazza alla sala REGGIO CALABRIA - L’Amministrazione comunale di Reggio Calabria comunica che il Consiglio comunale…

Da “Brigate Rosse” minacce di morte via social contro due politici. Scatta deferimento
Cronaca
138 views
Cronaca
138 views

Da “Brigate Rosse” minacce di morte via social contro due politici. Scatta deferimento

Francesca Meduri - 14 Giugno 2024

      “L’esercito rivoluzionario ha promulgato sentenza definitiva di morte”. Così iniziava il commento minatorio, poi eliminato, rivolto nei…