Lotta ai tumori, al Gom parte procedura per acceleratore lineare

4 Settembre 2023
216 Views
Stampa

La Direzione generale del Gom comunica che finalmente ha preso reale avvio la procedura per l’acquisizione dell’acceleratore lineare, apparecchiatura ad alto contenuto tecnologico in uso alla Radioterapia per il trattamento dei tumori.

L’iter per il suo acquisto è stato, a dir poco, travagliato laddove si pensi che i Decreti commissariali per l’approvvigionamento di tre acceleratori, uno per ciascun hub della Regione e cioè il Gom di Reggio Calabria, l’Annunziata di Cosenza ed il Pugliese di Catanzaro, risalgono al Luglio 2020.

Dopo le lunghe inerzie degli uffici preposti e dei precedenti Commissari ad acta, il Presidente Occhiuto  aveva affidato ad Invitalia il compito di indire e gestire le procedure di gara per l’acquisizione delle tecnologie. La gara era stata pubblicata sulla G.U. del 30 Giugno u.s. con scadenza del termine per la presentazione delle offerte al 3 Agosto. Tale gara è stata, però, revocata in autotutela dalla stessa Invitalia a seguito di un ricorso di un operatore economico al TAR Calabria.

Nel frattempo l’azienda costruttrice di uno dei due acceleratori lineari presenti al Gom ne aveva dichiarato il fuori uso per vetustà a far data da Aprile dimezzando, così, da una parte la capacità di offerta di prestazioni in ambito radioterapico per una tipologia di pazienti che necessita del trattamento in tempi precisi e non derogabili e determinando, dall’altra, l’impossibilità ad erogare prestazioni nel caso di guasto dell’altro acceleratore.

Revocata la gara e prevedendo il dilungarsi a dismisura dei tempi di acquisizione dell’acceleratore lineare, il Gom, constatata la disponibilità su Consip di tale apparecchiatura, ha chiesto alla Struttura commissariale di valutare la possibilità di acquisirla su Consip dichiarandosi pronto anche a finanziare alcuni costi di adeguamento strutturale con il proprio bilancio aziendale.

La struttura commissariale valutata positivamente la richiesta finalizzata a far sì che si interrompesse questa lungaggine triennale cui si sarebbero aggiunti ancora molti mesi se non anni, ha chiesto ad Invitalia, in data 29 agosto, di espungere dalla procedura già assegnatagli l’acquisizione dell’acceleratore lineare del Gom di Reggio Calabria.

Con un lavoro fortemente sinergico tra Struttura commissariale, Gom ed Invitalia già in data 1 settembre quest’ultima ha accettato la proposta e nella stessa data il Commissario Occhiuto ha emanato il Decreto commissariale che autorizza il Gom, quale soggetto attuatore, a rivolgersi a Consip per acquisire l’apparecchiatura. Nella stessa giornata dell’ 1 il Gom ha attivato la procedura di adesione a Consip per cui nel giro di pochi mesi si potrà avere a disposizione l’importantissima tecnologia.

Il Gom ringrazia la Struttura commissariale ed, in particolare, il Commissario Occhiuto che ha scelto la via della concretezza superando le lungaggini burocratiche che, spesso, determinano gravi ritardi nell’acquisizione delle tecnologie e non solo e dimostrando, con un ottimo gioco di squadra, che si può realizzare in quattro giorni ciò che stagnava da tre anni.

Potrebbe interessarti

San Roberto, Comune costretto al piano di riequilibrio finanziario
Attualità
117 views
Attualità
117 views

San Roberto, Comune costretto al piano di riequilibrio finanziario

Francesca Meduri - 21 Maggio 2024

SAN ROBERTO - Il Consiglio Comunale di lunedì scorso, tenutosi a San Roberto, ha approvato il rendiconto di gestione e…

Ponte, il Comitato Titengostretto: «Elevato rischio per la salute dai cantieri»
Attualità
256 views
Attualità
256 views

Ponte, il Comitato Titengostretto: «Elevato rischio per la salute dai cantieri»

Francesca Meduri - 21 Maggio 2024

VILLA SAN GIOVANNI – Dopo la manifestazione del 18 maggio contro il Ponte sullo Stretto arrivano le considerazioni del Comitato…

Villa, l’urlo dei “No Ponte” in corteo: «Lo Stretto non si tocca!». Contestata la sindaca Caminiti
Attualità
606 views
Attualità
606 views

Villa, l’urlo dei “No Ponte” in corteo: «Lo Stretto non si tocca!». Contestata la sindaca Caminiti

Francesca Meduri - 19 Maggio 2024

di FRANCESCA MEDURI VILLA SAN GIOVANNI - «Calabria e Sicilia unite nella lotta, lo Stretto di Messina non si tocca!».…