Santo Stefano in Aspromonte, comune cardioprotetto al 100%

28 Giugno 2023
312 Views
Stampa

Santo Stefano in Aspromonte è a tutti gli effetti un comune cardioprotetto. La scelta dell’Amministrazione comunale è stata quella di dotare ogni centro abitato di un defibrillatore liberamente ed immediatamente disponibile sulla via pubblica più centrale, più facilmente e più velocemente accessibile.

Inoltre il sindaco Francesco Malara ha dichiarato: «Prossimità è  il nuovo sostantivo vincente della  sanità pubblica; sono i servizi sanitari che devono andare dal cittadino e non il contrario; questo ci ha insegnato l’ultima pandemia,  questa è la migliore riorganizzazione antitetica alla cruda logica dei numeri che divora la dignità dell’essere umano e noi non volendo abdicare alla nostra capacità decisionale sottostando alla perversa realtà quantistica ci batteremo sempre di più per mettere anzi per tenere l’uomo al centro dell’universo lì dove gli compete». 

Potrebbe interessarti

Il 15 e 16 giugno l’Ail è in “Campo”
Uncategorized
139 views
Uncategorized
139 views

Il 15 e 16 giugno l’Ail è in “Campo”

Francesca Meduri - 14 Giugno 2024

Ail in “Campo” è un’iniziativa di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle malattie del sangue, un contenitore di attività realizzate da Ail…

Reggio, Forza Italia diserta consiglio aperto sul Ponte: «Non ha senso adesso, Falcomatà si dimetta»
Attualità
89 views
Attualità
89 views

Reggio, Forza Italia diserta consiglio aperto sul Ponte: «Non ha senso adesso, Falcomatà si dimetta»

Francesca Meduri - 14 Giugno 2024

Consiglio aperto sul Ponte, dalla piazza alla sala REGGIO CALABRIA - L’Amministrazione comunale di Reggio Calabria comunica che il Consiglio comunale…

Da “Brigate Rosse” minacce di morte via social contro due politici. Scatta deferimento
Cronaca
138 views
Cronaca
138 views

Da “Brigate Rosse” minacce di morte via social contro due politici. Scatta deferimento

Francesca Meduri - 14 Giugno 2024

      “L’esercito rivoluzionario ha promulgato sentenza definitiva di morte”. Così iniziava il commento minatorio, poi eliminato, rivolto nei…