VILLA. Un anno senza Luigi Corio, sportivo ed educatore sempre col sorriso e dal cuore d’oro. Messa in ricordo al Duomo Immacolata

7 Aprile 2021
778 Views
Stampa

VILLA SAN GIOVANNI – Un anno senza Luigi Corio. Una Santa Messa per pregare e ricordare il giovane villese scomparso il 7 aprile del 2020 sarà celebrata oggi, alle ore 17, 30, presso il Duomo di M. SS. Immacolata di Villa San Giovanni su iniziativa della famiglia Corio-Versaci. Nel rispetto del Dpcm i partecipanti sono invitati a mantenere la distanza sociale. Su disposizione ecclesiastica la capienza massima in Chiesa è di 104 persone.

La morte di Luigi Corio

Il 7 aprile di un anno fa Villa San Giovanni si è svegliata dilaniata e distrutta dal dolore per l’improvvisa e prematura scomparsa di Luigi Corio, geometra professionista stimato e volto noto e benvoluto per il suo impegno nello sport e nel volontariato.

Un infarto fulminante se l’è portato via a soli 44 anni, strappandolo all’affetto dei suoi cari, della moglie, dei due figlioletti, dei genitori, della sorella, dei nipoti, dei parenti, degli amici, della città.

Un dolore enorme, straziante, per la famiglia e per tutti quelli che gli volevano bene e lo apprezzavano per la persona allegra, buona, perbene, garbata che era.

Luigi era il classico bravo ragazzo, marito e padre modello, votato al prossimo come pochi e sempre col sorriso sulle labbra; la sua mente era una fucina di idee, di progetti, tanto da valergli la fiducia da parte di più amministrazioni comunali per la realizzazione di eventi e iniziative, dallo sport ai servizi di volontariato.

Era uno sportivo, Luigi. Dal campo era passato anche alla scrivania, togliendosi una soddisfazione dietro l’altra da presidente dell’Asd Xenium Calcio a 5. Sport, volontariato e associazionismo in genere erano le sue passioni più grandi, che coltivava a 360 gradi nel segno dei valori di solidarietà, aggregazione e amicizia che sin da piccolissimo aveva respirato nella realtà oratoriale, la sua palestra di vita.

Era tante cose belle, Luigi. E solo una piccola grande verità, forse, può essere di conforto di fronte a un destino tanto crudele: “Nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta”. Perché chi è rimasto piange e ricorda, nella certezza che le lacrime non cancelleranno mai una memoria così preziosa.

Francesca Meduri

Potrebbe interessarti

Villa, nuovi volontari per la Protezione civile. Come entrare nel gruppo comunale
Attualità
371 views
Attualità
371 views

Villa, nuovi volontari per la Protezione civile. Come entrare nel gruppo comunale

Francesca Meduri - 17 Gennaio 2022

    Il Gruppo di Protezione civile del Comune di Villa San Giovanni si aggiorna VILLA SAN GIOVANNI – La…

Covid Reggio, oggi più guarigioni che contagi. Ma ci sono altri 3 decessi
Attualità
135 views
Attualità
135 views

Covid Reggio, oggi più guarigioni che contagi. Ma ci sono altri 3 decessi

Francesca Meduri - 16 Gennaio 2022

Restano sopra quota mille i contagi giornalieri da covid-19 nell’area metropolitana di Reggio Calabria. Secondo il bollettino regionale diffuso oggi,…

Covid Reggio, laboratorio Asp al collasso: «Da processare anche 2.500 tamponi al giorno»
Attualità
167 views
Attualità
167 views

Covid Reggio, laboratorio Asp al collasso: «Da processare anche 2.500 tamponi al giorno»

Francesca Meduri - 15 Gennaio 2022

  La quinta commissione consiliare presieduta dal consigliere Romeo ha fatto il punto della situazione con il direttore Giuffrida alla…