MAMMOLA. Il 18 agosto arriva la Carovana del gusto Deco: culatta, ricotta e stocco delizieranno i palati

14 Agosto 2015
1219 Views

Stampa

La “Culatta di Mammola”, la “Ricotta affumicata” mammolese e lo “Stocco di Mammola” saranno i prodotti a marchio De.c.o. (Denominazione Comunale di Origine) protagonisti della Carovana del Gusto e della Festa De.c.o. che si terrà martedì 18 agosto 2015 presso la centrale Piazza Ferrari di Mammola alle ore 20,30. I prodotti De.c.o. e i prodotti identitari mammolesi, saranno descritti e degustati con i produttori, coadiuvati da Anna Aloi conduttrice della nota trasmissione televisiva “A casa tua”, insieme a Rosario Previtera agronomo ed esperto De.c.o., allo chef executive Enzo Cannatà ed alla naturopata nutrizionista Patrizia Pellegrini. Il filo conduttore tematico sarà “Le Denominazioni Comunali di origine, strumento di sviluppo rurale”, argomento di confronto al quale parteciperanno anche il sindaco Antonio Longo, l’assessore comunale Pino Agostino e l’assessore provinciale all’agricoltura Gaetano Rao, il cui assessorato ha patrocinato l’iniziativa. “I prodotti identitari e De.c .o. sono veri e propri fattori di attrazione turistica oltre che strumenti di marketing territoriale. Anche la ristorazione svolge un ruolo importante in tal senso e Mammola nello specifico è riconosciuta anche fuori dai confini regionali” afferma l’assessore Pino Agostino che con il sindaco Longo e l’Amministrazione comunale ha attivato il percorso virtuoso della De.c.o. “Siamo sempre più convinti” afferma il sindaco “che le iniziative peculiari che testimoniano le tradizioni del territorio vengono gradite dai turisti i quali vogliono conoscere e scoprire oltre che apprezzare le bontà enogastronomiche di un piccolo comune come Mammola insieme al suo paesaggio e alla sua cultura antica”. Per l’assessore provinciale Rao “La Provincia sostiene con forza le iniziative di promozione e valorizzazione integrata del territorio che mirano a dare il giusto valore all’agricoltura e ai prodotti agroalimentari di qualità. Possiamo dire con forza che abbiamo a disposizione un paniere completo e di alto livello che può essere tranquillamente esportato anche fuori dalla Calabria grazie ad imprenditori locali molto determinati e fortemente motivati”. Secondo Rosario Previtera “Ancora una volta ci piace ricordare come le produzioni a marchio De.c.o. possano diventare volano di sviluppo economico reale e duraturo. Tra De.c.o. finte, virtuali e reali il panorama è vasto e variegato sia in Italia che in Provincia di Reggio Calabria, ma i risultati di breve e medio periodo hanno sempre dimostrato, alla fine, quale sia il percorso tecnico corretto da intraprendere da parte dei Comuni virtuosi e degli imprenditori locali interessati a compiere il salto di qualità”. Durante la serata condotta da Anna Aloi vi saranno altri ospiti e altri prodotti De.c.o. ed il tutto sarà accompagnato dalle melodie della fisarmonica del Prof. Adolfo Zagari del Conservatorio Musicale di Reggio Calabria.

Potrebbe interessarti

Poliambulatorio Asp Villa, “Nuvola Rossa” conferma l’allarme e annuncia l’ennesimo scippo
Attualità
17 views
Attualità
17 views

Poliambulatorio Asp Villa, “Nuvola Rossa” conferma l’allarme e annuncia l’ennesimo scippo

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

«Nei giorni scorsi la stampa locale ha richiamato l’attenzione sulle criticità perduranti del poliambulatorio di Villa San Giovanni, fondamentale presidio…

No Ponte Calabria su aggiornamento progetto: «Ciucci ha negato atti al Wwf»
Attualità
227 views
Attualità
227 views

No Ponte Calabria su aggiornamento progetto: «Ciucci ha negato atti al Wwf»

Francesca Meduri - 17 Febbraio 2024

«Ieri una notizia - quella del taglio delle stime di crescita per l'Italia - è stata oscurata da una non…

Villa, al via il restyling di piazza delle Repubbliche Marinare
Attualità
380 views
Attualità
380 views

Villa, al via il restyling di piazza delle Repubbliche Marinare

Francesca Meduri - 17 Febbraio 2024

VILLA SAN GIOVANNI - «Abbiamo aspettato qualche giorno prima di ufficializzare l’apertura del cantiere di “Patti per il sud” perché…