SCILLA. Mangeruca, dimissioni a metà. E il sindaco Ciccone spera nella magistratura

9 Agosto 2015
951 Views
Stampa

8- Pietro Mangeruca

SCILLA – «Il consigliere comunale Pietro Mangeruca, pur dichiarandosi innocente rispetto alla grave accusa che gli è stata rivolta e fiducioso di poter dimostrare la propria estraneità ai fatti, ha rimesso nelle mie mani le deleghe all’Agricoltura e alla Forestazione per non arrecare nocumento a questa amministrazione comunale». È quanto ha dichiarato il sindaco di Scilla, Pasqualino Ciccone, in merito alla vicenda che ha coinvolto l’esponente della maggioranza “Noi per Scilla”. Ma quello di Mangeruca è un distacco a metà dalla coalizione di governo della città. Infatti, pur rinunciando agli incarichi affidatigli dal primo cittadino, ha deciso di non dimettersi dal ruolo di consigliere comunale. Fino a quando la legge glielo consentirà, ovvero fino a un’eventuale condanna, il politico della frazione di Solano sembra intenzionato a non rinunciare al compito demandatogli dagli elettori alle amministrative dello scorso 31 maggio. Almeno per adesso. Chissà che nei prossimi giorni non giungano altre novità, considerando che anche la scelta di non lasciare lo scranno consiliare rappresenta una questione di opportunità politica. E’ opportuno o no che un consigliere comunale indagato (e arrestato) per il reato di produzione di sostanza stupefacente non ceda il posto politico-istituzionale? Interrogativo legittimo, al di là del fatto che una rinuncia oggi significherebbe non poter più tornare indietro nel caso di un verdetto giudiziario favorevole. Dunque, può essere comprensibile pure l’atteggiamento di Mangeruca. Sicuramente, intanto, Ciccone ha molto apprezzato il suo gesto di dimettersi dagli incarichi all’Agricoltura e alla Forestazione. Un impaccio in meno per il sindaco che, verosimilmente, si sarebbe visto costretto a provvedere personalmente al ritiro delle deleghe. «Ho accettato le dimissioni di Mangeruca – continua Ciccone –, apprezzando, al contempo, il suo gesto di responsabilità. Desidero, inoltre – conclude il sindaco di Scilla –, esprimere piena fiducia nell’operato della magistratura, nella speranza che possa fare piena luce sull’incresciosa vicenda che ha visto coinvolto il consigliere comunale». fra.me.

Potrebbe interessarti

Ponte sullo Stretto, a Villa una commissione fantasma: mistero sui nomi degli studiosi scelti dalla sindaca
Attualità
752 views
Attualità
752 views

Ponte sullo Stretto, a Villa una commissione fantasma: mistero sui nomi degli studiosi scelti dalla sindaca

Francesca Meduri - 11 Aprile 2024

di FRANCESCA MEDURI VILLA SAN GIOVANNI – Una commissione fantasma sembra essere quella formata dagli esperti studiosi arruolati a supporto…

Servizio idrico a Villa, in mezzo ai disagi una fattura da 350 mila euro per Sorical
Attualità
380 views
Attualità
380 views

Servizio idrico a Villa, in mezzo ai disagi una fattura da 350 mila euro per Sorical

Francesca Meduri - 9 Aprile 2024

VILLA SAN GIOVANNI - Sarebbe un guasto negli impianti Sorical la causa del grosso disservizio idrico che da domenica sta…

«Villa rischia di diventare uno dei luoghi più insalubri e invivibili d’Europa»
Attualità
337 views
Attualità
337 views

«Villa rischia di diventare uno dei luoghi più insalubri e invivibili d’Europa»

Francesca Meduri - 8 Aprile 2024

Nei giorni scorsi, il Circolo PD di Villa - delegazione composta dal Segretario Enzo Musolino e dai Dirigenti Salvatore Ciccone…