VILLA. Intimidazione Liberto, l’appello di Idv: “Un gesto di chiarezza contro ogni forma di criminalità”

9 Aprile 2018
838 Views
Stampa

VILLA SAN GIOVANNI – Di seguito il comunicato di Italia dei Valori Villa San Giovanni, a firma del responsabile cittadino A. Morabito:

Ormai dal 2003 si registrano attentati contro amministratori pubblici villesi ma anche nei confronti di semplici cittadini, che avrebbero dovuto indurre all’assunzione di provvedimenti seri e definitivi sul fronte del controllo del territorio e della repressione di reati che rappresentano un attentato alle libertà di tutti.

Il tema dell’ordine e della sicurezza pubblica, che minaccia vecchi e nuovi amministratori, non può più essere tollerato oltre, perché rischia di erodere ancora di più il lascito democratico e la libertà di partecipazione alla vita della Comunità. E l’ultimo, solo in ordine di tempo, attentato incendiario contro l’autovettura dell’ex presidente del consiglio comunale, è l’ennesima dimostrazione di una condizione insostenibile.

Il susseguirsi degli episodi criminosi, ormai da oltre 15 anni, in danno di amministratori pubblici villesi, non può essere liquidato con la mera solidarietà che, anche in questo caso va certamente espressa in favore della Signora Liberto e della sua famiglia, ma non è più sufficiente a fornire una risposta adeguata ad odiosi episodi che ostacolano la libertà di partecipazione alla vita pubblica.

La questione, tuttavia, riguarda più in generale il diritto dei cittadini alla sicurezza che viene pregiudicata da episodi delittuosi che puntano all’isolamento di chi li subisce e che, negli anni, hanno relegato questa città al ruolo di spettro di se stessa,  frantumando il sentimento di Comunità.

E la politica, prima di tutto, indipendentemente dalle posizioni ideologiche, deve svolgere il proprio ruolo, impegnandosi ad informare i propri comportamenti ai principi di legalità, imparzialità e trasparenza, imparando che il confronto aperto, anche acceso, è lo strumento principe da ricercare con ossessione maniacale e che l’uso di “mezzi non convenzionali” offre modelli che finiscono per legittimare comportamenti criminali che hanno deteriorato i rapporti sociali.

Ora la misura è davvero colma e come ha avuto modo di dire il PD locale, è giunto il momento in cui occorre una risposta corale della Comunità, delle organizzazioni sociali, delle forze produttive, dei cittadini, per far capire che esiste un argine compatto e determinato, che vuole esprimere una condanna inappellabile contro gli episodi esecrabili e sappia lanciare un messaggio forte alle Istituzioni, anche nazionali, per chiedere un gesto altrettanto forte di attenzione contro questi squallidi, incivili e vergognosi attacchi da parte della criminalità.

Potrebbe interessarti

Villa, confermati i due casi Covid alla “Nova Salus”. I due anziani ricoverati al Gom
Attualità
339 views
Attualità
339 views

Villa, confermati i due casi Covid alla “Nova Salus”. I due anziani ricoverati al Gom

Francesca Meduri - 21 Ottobre 2020

VILLA SAN GIOVANNI - «Altri due casi accertati. Si tratta di due pazienti che erano ricoverati nella clinica Nova Salus,…

Campo Calabro: primo caso di covid
Uncategorized
463 views
Uncategorized
463 views

Campo Calabro: primo caso di covid

Consolata Maesano - 20 Ottobre 2020

CAMPO CALABRO - Il covid giunge anche nel paese che fa dal balcone in riva allo Stretto. Ne ha appena…

Coronavirus a Villa, non a Piale ma nel centro cittadino i due nuovi casi annunciati oggi
Attualità
1176 views
Attualità
1176 views

Coronavirus a Villa, non a Piale ma nel centro cittadino i due nuovi casi annunciati oggi

Francesca Meduri - 20 Ottobre 2020

VILLA SAN GIOVANNI - Non a Piale ma nel centro cittadino i due nuovi casi di coronavirus comunicati nel pomeriggio…