Voli Ryanair a Reggio Calabria, soddisfazione bipartisan ma con qualche riserva

15 Febbraio 2024
420 Views
Stampa

Ryanair ha annunciato un operativo record per la Calabria per l’estate 2024. Il programma della compagnia low-cost include il lancio di una nuova base a Reggio Calabria e 10 nuove rotte in tutti e 3 gli aeroporti calabresi, di cui 8 dall’aeroporto dello Stretto Tito Minniti.

Nucera: «Grande traguardo raggiunto ma alcune mete non attrattive»

Giuseppe Nucera, presidente del movimento La Calabria che vogliamo e titolare di Tourist Services srl (proprietaria del marchio Rhegion Travel tour operator), da imprenditore attivo da oltre 40 anni anni nel settore del turismo esprime soddisfazione per l’approdo di Ryanair a Reggio Calabria, esprimendo però al contempo alcune riserve. «L’arrivo di Ryanair è un fatto di grande rilevanza dal punto di vista economico e certamente assicurerà una crescita del territorio. La Regione Calabria negli ultimi anni sta puntando in modo concreto e intelligente sul turismo, un settore dagli enormi margini di crescita e che deve rappresentare il principale volano di sviluppo in ottica futura. Allo stesso tempo -evidenzia Nucera- da operatore del turismo da oltre 40 anni, non posso che manifestare qualche perplessità in merito ad alcune destinazioni estere scelte da Ryanair. Berlino e Barcellona sono mete ideali, in un certo senso storiche per la Calabria, assicureranno un ritorno di presenze turistiche per Reggio e tutta l’area dello Stretto. Tirana, Manchester e Marsiglia al contrario rischiano di non avere lo stesso livello di gradimento, apparendo al di fuori delle strategie commerciali e con un turismo in ingresso debole verso la Calabria. Considerando le principali fiere internazionali, dove anche la Regione Calabria ha partecipato negli ultimi anni, e analizzando il flusso turistico in entrata e l’appeal che il nostro territorio possiede in alcune determinate nazioni, Oslo, Madrid, Malta, Monaco di Baviera come città, Grecia e la Polonia come nazioni ad esempio sarebbero state mete ideali da inserire. Apprezzando la Regione Calabria per il lavoro svolto e l’impegno messo in campo per lo sviluppo del Tito Minniti, scalo interessato anche da lavori di riqualificazione, la speranza -conclude Nucera-e che per le prossime campagne winter 2024 o summer 2025, Ryanair possa offrire queste destinazioni o altre mete certamente più accattivanti per l’incoming e che garantirebbero un’alta percentuale di riempimento dei voli e delle strutture ricettive, oltre ad assicurare una crescita del Pil».

Domenico Giannetta, consigliere regionale (Fi): «Giornata storica per Reggio Calabria»

«Con l’annuncio dei voli Ryanair si volta pagina e si aprono nuovi scenari – dichiara Giannetta – Era quello che speravano i cittadini di Reggio e dell’area dello Stretto. E a cui avevano smesso di credere. Ma, grazie all’azione del Presidente Occhiuto, che anche questa volta ha bruciato i tempi, Ryanair inizierà a volare da Reggio Calabria con 3 voli nazionali e 5 internazionali. L’aeroporto di Reggio – continua il consigliere – può adesso diventare baricentrico nell’Area dello Stretto e portare un indotto già stimato straordinario. In termini di presenze, di occupazione e di sviluppo. Inizia adesso la sfida che tocca a noi calabresi saper cogliere – continua Giannetta –  investendo al meglio nelle nostre straordinarie potenzialità. Migliorando i servizi, la ricettività, la qualità nell’offerta turistica. Oggi il CEO di Ryanair ha visto Scilla e ne è rimasto ammaliato. Ha visto Reggio e ne è rimasto incantato. La Calabria, non c’è dubbio, – dice ancora – stupisce chi arriva per la prima volta. Uno stupore che va ricercato già nell’accoglienza all’atterraggio – evidenzia il consigliere – ecco perché il Presidente Occhiuto ha deciso di investire 200 milioni di euro nel restyling degli aeroporti. L’impegno della Regione nello sviluppo del settore aeroportuale è un percorso che ha tutte le premesse per essere consolidato nel tempo – specifica Giannetta – passando al vaglio anche la possibilità di farsi carico della tassazione imposta ai passeggeri. Sono tutte soluzioni che mirano allo sviluppo della Calabria, perseguite da una politica lungimirante e di successo. Che sovverte i peggiori pronostici. E sulla quale Forza Italia in Calabria, anche con l’impegno del deputato Francesco Cannizzaro, che sull’aeroporto di Reggio ha condotto tante battaglie, continuerà a battersi con tutte le forze. L’aeroporto di Reggio ha vissuto anni molto difficili – racconta Giannetta – il sentimento prevalente dei reggini rispetto al futuro del Tito Minniti era il disincanto. Quando però ieri è atterrato il primo volo Ryanair al Tito Minniti, qualcosa è cambiato. Con l’annuncio dei voli in conferenza stampa e l’ufficialità delle rotte su Barcellona, Berlino, Manchester, Marsiglia e Tirana, e, in Italia, su Bologna, Torino e Venezia poi – continua – le prospettive sono decisamente cambiate. E – conclude Giannetta – possono diventare straordinarie». 

Minasi (Lega): «Il lavoro sinergico paga»

«L’accordo con Ryanair che ha scelto Reggio Calabria come hub è un grandissimo successo e voglio complimentarmi anche pubblicamente con il Presidente Occhiuto per averlo conseguito. Il suo impegno per arrivare a questo successo è stato incessante e tutti i calabresi, non solo i reggini, devono essergli grati. E’ l’ennesima dimostrazione del fatto che, quando si lavora davvero insieme, in sinergia, per l’obiettivo comune, i risultati arrivano e i cittadini possono beneficiarne, com’è giusto che sia». La Senatrice della Lega, Tilde Minasi, interviene sulla presentazione degli investimenti che la compagnia aerea Ryanair ha annunciato sull’aeroporto Tito Minniti: otto nuove rotte che, unite alle altre sugli altri scali calabresi, porteranno in Regione 6 milioni di passeggeri nei prossimi 3 anni, di cui 1 milione già nel 2024. «Per la prima volta – dice la Senatrice – ai fatti seguono le promesse, e grazie al lavoro concreto della maggioranza. Il corposo investimento di Ryanair è stato, infatti, reso possibile dall’introduzione delle nuove procedure di volo sullo scalo reggino, che fino a qualche mese fa aveva limitazioni che ne impedivano l’ampliamento, dietro l’alibi della sicurezza. Alibi che siamo riusciti a far cadere proprio noi, con il Ministro Salvini, all’indomani dell’incendio all’aeroporto di Catania, quando molti aerei furono dirottati sul Tito Minniti: il Ministro si è subito attivato e ha ottenuto che l’Enac introducesse queste nuove procedure, consentendo così l’apertura dello scalo a nuovi piloti e nuove compagnie. L’azione del Presidente Occhiuto sul piano commerciale e finanziario e sulla promozione dell’attrattività dell’aeroporto reggino agli occhi esterni ha fatto il resto, e questa sinergia ha, appunto, portato all’eccezionale risultato finale. Adesso – dice ancora – potremo ripartire sempre più forti, come città e come Regione, per dimostrarci sempre più competitivi da ogni punto di vista. Dunque – conclude la Senatrice – ringrazio, da un lato, il Governatore e il Ministro per quanto sono riusciti a fare e, dall’altro, la compagnia britannica che sta credendo nelle nostre potenzialità, rivolgendole il mio migliore augurio di buon lavoro».

Falcomatà: «Ricadute positive per il territorio»


Il sindaco Giuseppe Falcomatà è intervenuto a margine della conferenza stampa di presentazione della nuova programmazione di Ryanair sugli aeroporti calabresi e, in particolare, sulle tratte che, per la prima volta, interesseranno anche le attività dell’aeroporto “Tito Minniti”.
«E’ un’importante opportunità che, potenzialmente, avrà ricadute soltanto positive sul territorio», ha detto Falcomatà sottolineando come «debba, comunque, rappresentare un punto di partenza e non certo d’arrivo». Per il sindaco, quindi, «serve continuare nella direzione che ha portato all’arrivo di Ryanair, in maniera sinergica e collaborativa, con un’assunzione di responsabilità comune tra enti, istituzioni, associazioni di categoria, operatori turistici e tutti coloro i quali hanno un pezzettino di responsabilità e interesse affinché questa occasione possa radicarsi nell’intera area metropolitana dello Stretto». «Adesso – ha aggiunto – il territorio deve essere pronto ad accogliere le migliaia di turisti che potrebbero arrivare sui nostri litorali, visitare le nostre bellezze paesaggistiche, il nostro patrimonio archeologico e naturale. Va dato merito alla Regione Calabria di aver sfruttato al meglio la nuova normativa in tema di aiuti di Stato, ovvero la possibilità che un ente possa, come in questo caso, investire 120 milioni per attivare nuovi voli da e per la nostra regione».

 

Potrebbe interessarti

Ponte sullo Stretto, a Villa una commissione fantasma: mistero sui nomi degli studiosi scelti dalla sindaca
Attualità
752 views
Attualità
752 views

Ponte sullo Stretto, a Villa una commissione fantasma: mistero sui nomi degli studiosi scelti dalla sindaca

Francesca Meduri - 11 Aprile 2024

di FRANCESCA MEDURI VILLA SAN GIOVANNI – Una commissione fantasma sembra essere quella formata dagli esperti studiosi arruolati a supporto…

Servizio idrico a Villa, in mezzo ai disagi una fattura da 350 mila euro per Sorical
Attualità
380 views
Attualità
380 views

Servizio idrico a Villa, in mezzo ai disagi una fattura da 350 mila euro per Sorical

Francesca Meduri - 9 Aprile 2024

VILLA SAN GIOVANNI - Sarebbe un guasto negli impianti Sorical la causa del grosso disservizio idrico che da domenica sta…

«Villa rischia di diventare uno dei luoghi più insalubri e invivibili d’Europa»
Attualità
337 views
Attualità
337 views

«Villa rischia di diventare uno dei luoghi più insalubri e invivibili d’Europa»

Francesca Meduri - 8 Aprile 2024

Nei giorni scorsi, il Circolo PD di Villa - delegazione composta dal Segretario Enzo Musolino e dai Dirigenti Salvatore Ciccone…