Villa, una buona notizia per lo spostamento del porto a sud

8 Gennaio 2024
1404 Views
Stampa

«Il 2024 si apre con una buona notizia: il commissario straordinario dell’autorità di sistema portuale dello Stretto Ranieri, il 29 dicembre scorso, ha avanzato al MIT (ministero delle infrastrutture dei trasporti) l’istanza di “ampliamento della circoscrizione all’area a sud del molo di sopraflutto del porto di Villa San Giovanni”». È quanto hanno fatto sapere, nei giorni scorsi, il sindaco, la giunta e il gruppo consiliare “Città in Movimento”.

«In poco meno di un mese la Regione Calabria (con delibera di giunta numero 663 del 29/11/2023) e il commissario dell’ADSP hanno recepito le istanze del consiglio comunale per lo spostamento del porto a sud: a confermare che sia la regione sia il commissario Ranieri hanno a cuore il “ricollocamento a sud rispetto all’esistente“ sono le stesse parole contenute nella delibera di giunta regionale prima e nell’istanza a firma di Ranieri dopo».

«Lo stesso commissario straordinario, dopo aver incontrato i primi giorni del mese di dicembre il sindaco Giusy Caminiti, ha informalmente interloquito lo scorso 30 dicembre con i consiglieri comunali presenti a palazzo San Giovanni a chiusura del consiglio comunale poco prima tenutosi. Il commissario ha espressamente fatto riferimento alle necessità della Città: prima fra tutte essere liberata dall’attraversamento intraurbano di viale Italia e via Marinai d’Italia, per recuperare spazi di vivibilità ma anche zone a forte attrazione turistica e per la nautica da diporto. Del resto, così non poteva essere per un commissario Villese che conosce fin troppo bene le problematiche anche cittadine (viabilità, vivibilità, inquinamento) ed ha garantito che, in perfetta sintonia con le richieste del consiglio comunale e con le richieste da sempre portate avanti dalla Città, nessun nuovo approdo sarà realizzato all’interno del porto storico, essendo, appunto, obiettivo ormai da tutti condiviso lo spostamento delle darsene per il traghettamento delle auto e dei tir a sud delle invasature ferroviarie».

«Si legge altresì nella nota a firma del commissario Ranieri che si individueranno “le nuove funzioni che potranno essere svolte negli ambiti lasciati liberi dagli scivoli attualmente in concessione ad un operatore privato e potenziando le banchine di ormeggio per i mezzi veloci dedicati al traghettamento dei passeggeri a piedi, con miglioramento della qualità dell’accoglienza e dei servizi erogati anche in regime di continuità territoriale ferroviaria”. Si concretizza così pienamente la richiesta che l’amministrazione e il consiglio comunale hanno sin dal loro insediamento portato avanti nei confronti dell’autorità di sistema portuale dello stretto, condividendola anche con associazioni cittadine e partiti politici, le cui osservazioni fanno parte del fascicolo di atti trasmesso all’ADSP unitamente al parere a firma del responsabile dell’ufficio tecnico e alle due delibere consiliari che tracciano inequivocabilmente  i sì di questa città: sì prioritario allo spostamento del porto a sud; sì agli ormeggi per i mezzi veloci e alla stazione marittima; sì ad ogni azione che serva a mettere in sicurezza il passaggio dei pedoni da e verso la Sicilia, oggi promiscuo rispetto al traffico veicolare».

«Con grande soddisfazione – commenta il sindaco – il commissario Ranieri ha parlato di restituire alla città (una volta realizzate, per fasi, le invasature del porto a sud) l’area che va dall’ex lido Cenide tanto caro alla città, fino agli approdi delle società private di navigazione adeguatamente riqualificate per attività di tipo turistico e nautica da diporto. Oggi con grande soddisfazione riteniamo di aver onorato il mandato ricevuto dal consiglio comunale, ma soprattutto dalla città con la quale, rispetto al tema del documento strategico di programmazione dell’ADSP, abbiamo interloquito sia documentalmente sia fisicamente: da quarant’anni, ossia dal famoso accordo di programma del 1990, villa San Giovanni chiede il porto a sud. Non potevamo accettare un nuovo approdo all’interno dell’area del porto storico: avrebbe voluto dire rassegnarci ad una situazione che mai avrebbe trovato altro sbocco. La regione Calabria ha accolto nella delibera con cui dà intesa per la successiva adozione del DPSS (documento di pianificazione strategica) le richieste e le prescrizioni del nostro comune; il commissario Ranieri come primo atto ha dimostrato alla città grande attenzione. L’ampliamento della circoscrizione dell’Autorità dello Stretto all’area a sud del porto ferroviario si concluderà, dopo un procedimento amministrativo particolarmente complesso, con un decreto a firma del presidente della Repubblica. Noi come amministrazione abbiamo già fatto il nostro: nell’approvazione del preliminare del piano strutturale comunale, avvenuta lo scorso 23 dicembre, questa maggioranza ha già individuato nella sua pianificazione l’area da destinare ad ampliamento del porto esistente, alle spalle dello stesso, con ripascimento di tutta la spiaggia di Acciarello».

«Città Metropolitana, dal canto suo, sta procedendo alla redazione di un progetto per la bretella di collegamento tra il nostro autoporto (a breve riusciremo ad aprire l’iter per la sua realizzazione) e l’area del porto a sud, con una nuova idea di intubata al vaglio dei tecnici. Tutti questi mesi – sono serviti a portare a tutti i tavoli, regionali e nazionali, le necessità e le legittime aspirazioni di questa città, il cui grido di dolore per decenni di attraversamento per nulla regolato e risarcito, non può più essere negato. Con il commissario Ranieri alla guida della Adsp si apre una fase nuova: lo ringraziamo per la competenza, la sensibilità e la grande professionalità che per questa Città va di pari passo con uno spirito di servizio da cittadino doc. Ci aspettano mesi di serio lavoro al quale non sottrarremo alcuna risorsa, convinti che la possibilità di coniugare la vocazione trasportistica e quella turistica di Villa San Giovanni passi dalla continuità territoriale tra le sponde dello Stretto e dalla nuova collocazione a sud del porto ferroviario per gli approdi commerciali».

Potrebbe interessarti

Ponte sullo Stretto, a Villa una commissione fantasma: mistero sui nomi degli studiosi scelti dalla sindaca
Attualità
752 views
Attualità
752 views

Ponte sullo Stretto, a Villa una commissione fantasma: mistero sui nomi degli studiosi scelti dalla sindaca

Francesca Meduri - 11 Aprile 2024

di FRANCESCA MEDURI VILLA SAN GIOVANNI – Una commissione fantasma sembra essere quella formata dagli esperti studiosi arruolati a supporto…

Servizio idrico a Villa, in mezzo ai disagi una fattura da 350 mila euro per Sorical
Attualità
380 views
Attualità
380 views

Servizio idrico a Villa, in mezzo ai disagi una fattura da 350 mila euro per Sorical

Francesca Meduri - 9 Aprile 2024

VILLA SAN GIOVANNI - Sarebbe un guasto negli impianti Sorical la causa del grosso disservizio idrico che da domenica sta…

«Villa rischia di diventare uno dei luoghi più insalubri e invivibili d’Europa»
Attualità
337 views
Attualità
337 views

«Villa rischia di diventare uno dei luoghi più insalubri e invivibili d’Europa»

Francesca Meduri - 8 Aprile 2024

Nei giorni scorsi, il Circolo PD di Villa - delegazione composta dal Segretario Enzo Musolino e dai Dirigenti Salvatore Ciccone…