Villa, i servizi sociali dell’Ambito 14 restano senza operatori. La minoranza incalza Caminiti

3 Luglio 2023
585 Views
Stampa

VILLA SAN GIOVANNI – Il settore comunali delle politiche sociali resta senza operatori. È questa la pessima novità che indigna e manda su tutte le furie i consiglieri di minoranza Stefania Calderone, Marco Santoro, Daniele Siclari, Domenico De Marco e Filippo Lucisano, che in un comunicato stampa sollecitano il sindaco Giusy Caminiti a intervenire immediatamente.

Contratto non ancora rinnovato

 

«Con una Determina, la RG. 201 del 05/04/2023, su Deliberazione del 16/02/2023 del Coordinamento Istituzionale dell’ATS14, la città di Villa San Giovanni procede alla proroga contrattuale, alle medesime condizioni già oggetto dei precedenti contratti, delle 19 unità assunte a tempo determinato, fino al 30 Giugno 2023! Le 19 Unità sono costituite da 9 assistenti sociali, 4 educatori, 5 amministrativi e 1 psicologo che si spendono quotidianamente al servizio dei cittadini ricadenti all’interno dell’Ambito 14!

Più volte abbiamo sottolineato che i servizi sociali dell’Ambito 14, che vede capofila il Comune di Villa San Giovanni, sono il fiore all’occhiello del territorio calabrese per le innumerevoli risposte positive che sono state date negli anni, sia per l’assistenza socio-sanitaria sia per i progetti che hanno ottenuto finanziamenti dal 2019, grazie anche alla costituzione del Piano di Zona (grande strumento fondamentale istituito nel 2021 per programmare e reperire fondi a scopo sociale) e più volte abbiamo elogiato  l’abnegazione degli operatori dell’Ats14, che lavorano con dedizione e gentilezza, anche quando nell’ultimo periodo, gli stipendi sono stati un miraggio per mesi! Del resto non è una novità per chi ha avuto necessità di fruire dei servizi erogati dagli operatori dell’ambito!

La vera novità è, però, che dal primo luglio le eccellenze dell’Ambito restano a casa, poiché il contratto a tempo determinato con scadenza 30 giugno non ha avuto un rinnovo! E se la rassicurazione è quella che il rinnovo potrebbe arrivare tra 7/10 giorni, ciò non rassicura per niente! Non è possibile lasciare un intero settore senza capitale umano: tutte le criticità, i servizi, le richieste di tutti i cittadini dei Comuni ricadenti nell’Ambito 14 non potranno essere soddisfatte, perché non ci sarà materialmente alcun operatore! Per i non addetti ai lavori, potremmo fare un esempio: è come avere un’ambulanza funzionante ma non avere autista e operatori!».

 

La richiesta: programmare un Coordinamento istituzionale

 

 

 

«Della Città di Villa San Giovanni che, come Comune capofila, coordinava egregiamente in piena collaborazione e sinergia con il Coordinamento Istituzionale dei Sindaci, resta solo un lontano ricordo!

Perché si è dovuti arrivare a venerdì 30 giugno per comunicare la “momentanea” (se di momentanea possiamo parlare) sospensione del rinnovo del contratto, piuttosto che convocare per tempo il Coordinamento Istituzionale con i compiti precisi di rinnovare e/o programmare la stabilizzazione degli operatori?

Inoltre, perché il 22/06/2023 con la Determina R.G. n.346 si è provveduto a riorganizzare i servizi e i procedimenti del Settore Politiche Sociali, e come cita la stessa determina “Considerato che, nonostante la prossima scadenza del termine dei contratti a tempo determinato stipulati, appare opportuno procedere alla riorganizzazione, con decorrenza immediata, in quanto questo Ufficio intende proporre ai competenti organi dell’Ambito una ulteriore proroga dei contrati a termine e verificare le condizioni, sotto il profilo tecnico; giuridico ed economico per una eventuale stabilizzazione”, sono stati assegnati a ciascuna risorsa compiti di responsabilità, quali minori, famiglie, disabili, anziani, ecc, senza, però, programmare un Coordinamento Istituzionale per decidere di rinnovare i contratti agli stessi operatori ai quali sono stati assegnati suddetti compiti?

Da oggi, chi risponderà alle innumerevoli richieste e emergenze territoriali allo “Sportello Servizio Sociale”, previsto e riorganizzato, così come si evince dalla Determina del 22/06/2023?

Come gruppo facciamo un appello, affinché questa vacatio venga colmata il prima possibile con la speranza della tanto invocata e agognata stabilizzazione del personale e che il Sindaco si attivi immediatamente per Convocare il Coordinamento Istituzionale dei Sindaci per risolvere tale situazione, che già sta destando disagio e preoccupazione!».

Potrebbe interessarti

Il 15 e 16 giugno l’Ail è in “Campo”
Uncategorized
139 views
Uncategorized
139 views

Il 15 e 16 giugno l’Ail è in “Campo”

Francesca Meduri - 14 Giugno 2024

Ail in “Campo” è un’iniziativa di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle malattie del sangue, un contenitore di attività realizzate da Ail…

Reggio, Forza Italia diserta consiglio aperto sul Ponte: «Non ha senso adesso, Falcomatà si dimetta»
Attualità
88 views
Attualità
88 views

Reggio, Forza Italia diserta consiglio aperto sul Ponte: «Non ha senso adesso, Falcomatà si dimetta»

Francesca Meduri - 14 Giugno 2024

Consiglio aperto sul Ponte, dalla piazza alla sala REGGIO CALABRIA - L’Amministrazione comunale di Reggio Calabria comunica che il Consiglio comunale…

Da “Brigate Rosse” minacce di morte via social contro due politici. Scatta deferimento
Cronaca
136 views
Cronaca
136 views

Da “Brigate Rosse” minacce di morte via social contro due politici. Scatta deferimento

Francesca Meduri - 14 Giugno 2024

      “L’esercito rivoluzionario ha promulgato sentenza definitiva di morte”. Così iniziava il commento minatorio, poi eliminato, rivolto nei…