Villa, richiesto uno spazio nel porticciolo per attività a favore dei disabili

13 Giugno 2021
352 Views
Stampa

VILLA SAN GIOVANNI – Uno spazio gratuito nell’area del molo di sottoflutto per lo svolgimento dei progetti “Diversamente mare” e “La vela per tutti” a favore delle persone con disabilità o comunque di soggetti deboli. È la richiesta, ripetuta più volte e adesso formalizzata via pec, che il presidente della “Libera Associazione Sportiva” Massimiliano Careri ha avanzato al Comune di Villa San Giovanni. La “Libera Associazione Sportiva”, iscritta presso l’Albo Unico della Città Metropolitana di Reggio Calabria alla sezione “infanzia-minori-giovani”, dal 2003 è impegnata a «donare un sorriso alle persone affette da disabilità» e vuole continuare a farlo confidando in un gesto di sensibilità da parte degli amministratori comunali di Villa San Giovanni. Careri, dunque, ha richiesto a gran voce un’area gratis nel porticciolo di località Croce Rossa «per poter svolgere lavori di carattere sociale». Nella missiva inviata al Comune, il presidente della “Libera Associazione Sportiva ha altresì evidenziato: «Collaboriamo con una piccola squadra composta da psicologi, psicoterapeuti ed una biologa marina per soddisfare al meglio le terapie più idonee. Nel 2018 il Tribunale di Locri ci affida una imbarcazione a vela sottoposta a confisca. Iniziano i primi lavori, i primi risultati, i primi sorrisi, tutto in modo gratuito. L’associazione collabora anche con il Tribunale dei minori, con Unitalsi, con centri che si occupano del recupero di persone affette da autismo e non vedenti, e del recupero dalla tossicodipendenza». L’ appello di Careri al Comune di Villa San Giovanni non può che essere accorato: «Chiedo di non togliere il sorriso a queste espressioni affette da disabilità, di essere sensibili al tema».  Condividendo la sua esperienza con persone che vivono in situazioni di disagio fisico, psichico e sociale, la “Libera Associazione Sportiva” vuole dunque «promuovere una cultura scientifica consapevole, rivolta non solo agli appassionati del mare ed a coloro che poco lo conoscono, ma soprattutto ai diversamente abili che non hanno avuto l’opportunità di vivere “liberamente” il mare». Tutte le attività sono svolte a bordo di una barca a vela. Entrando nel dettaglio dei progetti dell’Associazione, “Diversamente mare” «vuole porre in essere un’attività riabilitante innovativa, e di supporto alle classiche terapie psicologiche e farmacologiche, la velaterapia e la delfinoterapia. L’obiettivo principale del progetto è restituire dignità all’essere umano “degradato” da una malattia psichica e/o fisica, da una storia di droga e/o delinquenza, offrendogli un’ulteriore possibilità, con l’aiuto di due grandi alleati: il mare e i suoi abitanti più affascinanti, i delfini». La sfida è portare la persona disabile o socialmente svantaggiata «a vivere la realtà della vela, così apparentemente “dura” anche per i cosiddetti “normodotati”, come un’esperienza da condividere insieme ai compagni dell’equipaggio, in un clima di arricchimento personale enorme e non riproducibile». fra.me.

Potrebbe interessarti

Coronavirus a Reggio Calabria, la situazione al Gom: 38 ricoverati (3 in Rianimazione)
Attualità
44 views
Attualità
44 views

Coronavirus a Reggio Calabria, la situazione al Gom: 38 ricoverati (3 in Rianimazione)

Francesca Meduri - 30 Novembre 2021

La Direzione Aziendale del G.O.M. “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria comunica che le dosi di vaccino somministrate al personale…

Coronavirus, a Reggio e provincia registrati 127 nuovi casi
Attualità
47 views
Attualità
47 views

Coronavirus, a Reggio e provincia registrati 127 nuovi casi

Francesca Meduri - 30 Novembre 2021

Crescono ancora i contagi da covid-19 nell’area metropolitana di Reggio Calabria. Sono infatti 127 i nuovi positivi riportati nel bollettino…

Campo Calabro, circuito di trekking urbano per raggiungere le fortificazioni di Matiniti
Uncategorized
163 views
Uncategorized
163 views

Campo Calabro, circuito di trekking urbano per raggiungere le fortificazioni di Matiniti

Francesca Meduri - 29 Novembre 2021

La rete delle strade interpoderali e dei vecchi tratturi inserita in una esperienza di trekking urbano. Siglato il protocollo d’intesa…