Calcio, la Villese “scompare” nell’indifferenza generale. La rabbia del presidente Postorino

1 Ottobre 2020
1108 Views
Stampa

VILLA SAN GIOVANNI – «Purtroppo dopo anni di convivenza con condizioni precarie della struttura e nonostante i numerosi appelli da parte di società sportive, famiglie e ragazzi, oggi lo stadio è completamente allo sbando, nulla è stato fatto dalle istituzioni cittadine al fine di rendere agibile l’impianto, nessun atto concreto è stato posto in essere al fine di rendere fruibile il campo da gioco, volutamente ci si è rifiutati di partecipare a qualsivoglia bando statale o regionale al fine di recepire i fondi necessari alla ristrutturazione». È l’amara constatazione del presidente dell’Asd Villese Donato Postorino sulla tanto discussa vicenda del campo sportivo “Santoro”. Per questa stagione né campionato di Promozione né scuola calcio per la Villese. Un fine settembre insolito, dunque, per lo sport cittadino: «Settembre solitamente – sottolinea Postorino – corrisponde con l’inizio delle attività scolastiche, quindi anche con quelle delle scuole calcio giovanili, attività importanti che consentono a bambini e ragazzi di avvicinarsi al mondo dello sport, di imparare non solo le discipline sportive ma anche la socializzazione, il rispetto delle regole, dei propri compagni e degli istruttori. Quest’anno però sarà un anno strano a Villa, dopo decine di anni la scuola calcio della Villese, squadra della città, non partirà con la propria attività, il tutto a causa dell’inutilizzabilità dello stadio Santoro, casa della Villese e dei villesi». È il periodo più buio della Villese dopo la rinascita del 2010. In città il calcio è praticamente morto. Postorino ci tiene a manifestare il proprio «sdegno», e aggiunge: «Non posso che essere deluso e amareggiato per quanto i nostri figli stanno vivendo, ma anche per il silenzio e l’indifferenza che aleggia intorno ad una problematica che dovrebbe avere sicuramente un’attenzione diversa da parte della società civile, delle istituzioni e del mondo delle associazioni. La mia personale speranza è quella che prima o poi si risveglino le coscienze di una città ormai rassegnata e incapace di indignarsi di fronte al disastro con cui si convive in tutta la città, perché fino a quando l’indifferenza la farà da padrona i problemi non faranno altro che moltiplicarsi». f.m.

Potrebbe interessarti

Coronavirus a Villa, 3 dipendenti positivi: chiusi gli uffici comunali. E le scuole non riaprono
Uncategorized
64 views
Uncategorized
64 views

Coronavirus a Villa, 3 dipendenti positivi: chiusi gli uffici comunali. E le scuole non riaprono

Francesca Meduri - 20 Aprile 2021

VILLA SAN GIOVANNI - Salgono a 28 i casi attivi di covid-19 nella città di Villa San Giovanni. Un quadro…

REGGIO. Attivi gli ambulatori di intraomoenia al Gom
Attualità
88 views
Attualità
88 views

REGGIO. Attivi gli ambulatori di intraomoenia al Gom

Francesca Meduri - 20 Aprile 2021

  A partire da oggi sono attivi gli ambulatori di intraomoenia del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio…

Carabinieri scatenati nel Reggino: 3 rumene in manette per furto, sigilli a stalla per vendita abusiva di animali, interrotta festa di 18esimo
Comunicati stampa
334 views
Comunicati stampa
334 views

Carabinieri scatenati nel Reggino: 3 rumene in manette per furto, sigilli a stalla per vendita abusiva di animali, interrotta festa di 18esimo

Francesca Meduri - 19 Aprile 2021

    Intensi nel corso del fine settimana i servizi di controllo del territorio svolti dai Carabinieri della Compagnia di…