Villaedintorni.it contro il bullismo

8 Luglio 2018
2418 Views

Stampa
di Domenico Arcudi

Il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo, in qualunque declinazione esistente, causa ogni anno numerose vittime. Secondo quanto riportato dall’Eurispes, nel 2017 più della metà dei ragazzi dagli 11 ai 17 anni è incorso in un episodio di bullismo, ma si pensa che siano in più i ragazzi restii a denunciare tali vessazioni subite. Infatti, lo staff di villaedintorni.it combatterà in prima linea il fenomeno del bullismo/cyberbullismo, offrendo supporto ai ragazzi vittime di bullismo e a coloro i quali conoscono situazioni simili, garantendo anonimato e rispetto della propria riservatezza.

Però, il termine “bullismo” alle volte viene utilizzato in maniera inappropriata e/o spropositata, per indicare una semplice aggressione od uno scherzo di cattivo gusto. Il bullismo, infatti, stando alla definizione originaria offertaci da Dan Olweus nel 1978, consiste in una struttura comportamentale ben definita, caratterizzata da persistenza (quindi, si parla di attacchi reiterati nel tempo), intenzionalità nell’infastidire la vittima e asimmetria di potere fra bullo e vittima. Con la nascita della comunicazione telematica, si è inoltre sviluppato il Cyberbullismo (termine coniato nel 2003 da Bill Belsey), nel quale sono presenti i medesimi indicatori del bullismo, ma che viene commesso attraverso l’uso delle ICT.

Il cyberbullismo non sostituisce il bullismo, anzi, tende a coesistere con esso, amplificando il raggio d’azione in cui questi può svilupparsi, producendo effetti nefandi nella vittima; che molto spesso a causa del digital divide non racconta mai quanto accaduto ai genitori, anzi preferisce tenere per sé ogni dolore arrivando ad attuare condotte anomale quali autolesionismo o isolamento dalla realtà, arrivando ad abbandonare addirittura la scuola o ad optare per il suicidio. Ancora oggi, però, si tende a minimizzare il bullismo definendolo un “bisticcio fra ragazzi”; ma, in realtà, dal 2017 (anno dell’approvazione della “Legge Ferrara”) costituisce una vera e propria fattispecie di reato, poiché consiste in una violazione della dignità altrui.

Villaedintorni.it tratterà a più riprese la tematica collaborando con esperti nel settore, i quali offriranno ottiche eterogenee e strategie di contrasto al bullismo; senza però tralasciare le vittime, le quali potranno mandare un messaggio alla pagina Facebook “Villaedintorni.it” o  una mail a redazionevillaedintorni@virgilio.it  per ricevere risposte concrete in termini d’aiuto, rimanendo anonime.

Potrebbe interessarti

Il 15 e 16 giugno l’Ail è in “Campo”
Uncategorized
139 views
Uncategorized
139 views

Il 15 e 16 giugno l’Ail è in “Campo”

Francesca Meduri - 14 Giugno 2024

Ail in “Campo” è un’iniziativa di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle malattie del sangue, un contenitore di attività realizzate da Ail…

Reggio, Forza Italia diserta consiglio aperto sul Ponte: «Non ha senso adesso, Falcomatà si dimetta»
Attualità
90 views
Attualità
90 views

Reggio, Forza Italia diserta consiglio aperto sul Ponte: «Non ha senso adesso, Falcomatà si dimetta»

Francesca Meduri - 14 Giugno 2024

Consiglio aperto sul Ponte, dalla piazza alla sala REGGIO CALABRIA - L’Amministrazione comunale di Reggio Calabria comunica che il Consiglio comunale…

Da “Brigate Rosse” minacce di morte via social contro due politici. Scatta deferimento
Cronaca
141 views
Cronaca
141 views

Da “Brigate Rosse” minacce di morte via social contro due politici. Scatta deferimento

Francesca Meduri - 14 Giugno 2024

      “L’esercito rivoluzionario ha promulgato sentenza definitiva di morte”. Così iniziava il commento minatorio, poi eliminato, rivolto nei…