VILLA. Area portuale, La Valle e Messina reclamano l’attuazione del piano di messa in sicurezza

9 Ottobre 2015
661 Views
Stampa

porto di villa nave traghetto

VILLA SAN GIOVANNI – «Condividiamo le dichiarazioni del Sindaco di Gioia Tauro, Giuseppe Pedà, in merito alla posizione assunta dall’Autorità Portuale di Gioia Tauro. Al Commissario dell’autorità portuale di Gioia Tauro Capitano Davide Barbagiovanni Minciullo esprimiamo il disagio ed il rammarico di non poter adeguatamente affrontare le cogenti problematiche che attanagliano la mia città costretta ad un immobilismo all’interno di un’area portuale che ad oggi non è adeguatamente messa in sicurezza. Ad oggi nessuna risposta rispetto alla nostra ultima nota inviata al Commissario. Un silenzio inconcepibile per cui vogliamo ribadire che è improcrastinabile, indifferibile ed urgente garantire la sicurezza delle migliaia di pendolari i quali quotidianamente attraverso l’area di competenza dell’Authority, che non ha dato seguito alla nostra accorata nota di incontro immediato per: discutere, affrontare e risolvere quanto richiesto che non può essere procrastinato sine-die. Ovviamente, affinché l’area portuale si sviluppi adeguatamente con un corposo intervento, è necessario che venga realizzato il piano regolatore portuale, diversamente, non si capirebbe la presenza della nostra città all’interno di un’Autorità Portuale che è ferma ed ingessata che non produce quanto richiesto dai partners». Esordiscono così, in un comunicato stampa, il delegato all’Autorità Portuale Marcello La Valle e il sindaco Antonio Messina in ordine alla situazione di stallo che ruota attorno alla struttura portuale di Villa San Giovanni.

«Ad oggi, malgrado l’apertura dimostrata dall’ente astenutosi in sede di approvazione del bilancio con il Consigliere delegato Marcello La Valle, diventa ingiustificabile – proseguono La Valle e Messina –  il silenzio assordante da parte dell’Authority in merito alla nostra richiesta.Tale silenzio non è più tollerabile , né condivisibile. Manca ad oggi l’input per l’avvio di una strategia complessiva a largo raggio capace di sviluppare l’area portuale che necessita di corposi interventi di restyling e di adeguata messa in sicurezza. Un concetto quest’ultimo, che intendiamo ribadire augurandoci di non essere un cattivo profeta di disgrazie così come accaduto nel passato nel nostro territorio. Una governance impegnata su due fronti, nel momento in cui il Governo centrale sta attuando la riforma dei porti ha evidentemente e probabilmente, paralizzato l’Autorità Portuale ad oggi ingessata visto che il Commissario è anche il Comandante della Capitaneria di Porto di Gioia Tauro, un porto tra i più importanti del mondo. Nessun riscontro ad oggi si è avuto in seguito alla nostra precedente nota inviata al Comandante Minciullo inviata il 2 Settembre. Ad oggi tutto tace. Nessun intervento sul nostro territorio».

«Uno stallo – sottolineano ancora  –  che mortifica la nostra presenza all’interno di un Authority che ignora le problematiche su larga scala così come autorevolmente rappresentate dal Sindaco di Gioia Tauro Giuseppe Pedà.
Tali problematiche che intendiamo far nostre per far si che i Porti di Gioia Tauro e di Villa San Giovanni possano occupare nell’agenda politica del governo il primo posto per il rilancio del Mezzogiorno a livello logistico-trasportistico e del transhipment , e nell’ottica del miglioramento del servizi offerti ai tantissimi pendolari che giornalmente attraversano la ns. Città. Il rilancio della portualità calabrese passa attraverso strategie di sviluppo che devono essere portate avanti con impegno, competenza e professionalità coinvolgendo tutti i parteners ed i soggetti deputati per far si che il decollo della portualità finisca di essere oggetto di passerelle, incontri e convegni a tutti i livelli. Non possiamo consentire che ad oggi siano state bloccate tutte le progettualità che riguardano attività importanti dell’area portuale. In particolare l’attuazione del piano di messa in sicurezza del tratto del porto destinato al transito passeggeri così come previsto dal progetto depositato presso gli uffici tecnici dell’Autorità Portuale ed il quadro conoscitivo del piano regolatore portuale redatto da un tecnico su incarico della stessa stanno subendo un ritardo notevolissimo nella loro pratica attuazione a discapito dello sviluppo e della sicurezza del territorio e dell’area portuale villese. Un lusso che la nostra Authority ed il nostro territorio non può permettersi».

All’Amministrazione villese non resta che rivolgersi direttamente ai vertici del Governo: «E’ ormai imperdonabile il ritardo accumulato dall’Autorità Portuale e pertanto vista l’inadeguatezza delle posizioni assunte dall’attuale management che guida l’Autorità – concludono La Valle e Messina – si chiede al Ministero un concreto intervento in favore dell’area portuale villese. Progettare e liberare le risorse è compito di chi ha ruoli di vertice, un vertice che ha la necessità di confrontarsi con chi è quotidianamente a contatto con i cittadini amministrati che esigono risposte che riteniamo, debbano essere date in tempi certi. Tempi che debbono essere scanditi con un cronoprogramma serio e puntuale. Tale cronoprogramma per quanto attiene la Città di Villa San Giovanni prevedeva la realizzazione della stazione Marittima inserita all’interno del piano triennale delle opere pubbliche dell’Autorità e di cui non si è avuto più alcun riscontro».

Potrebbe interessarti

Villa, in fiamme il quadro elettrico di Torre Telegrafo
Cronaca
121 views
Cronaca
121 views

Villa, in fiamme il quadro elettrico di Torre Telegrafo

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

VILLA SAN GIOVANNI - In fiamme il quadro elettrico della pubblica illuminazione di Torre Telegrafo. Lo ha annunciato poco fa…

Raccolta rifiuti a Villa, nuova protesta sindacale: per due giorni solo servizi essenziali
Attualità
102 views
Attualità
102 views

Raccolta rifiuti a Villa, nuova protesta sindacale: per due giorni solo servizi essenziali

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

VILLA SAN GIOVANNI - Possibili disservizi nella raccolta dei rifiuti sono attesi per le giornate di giovedì 22 e venerdì…

Poliambulatorio Asp Villa, “Nuvola Rossa” conferma l’allarme e annuncia l’ennesimo scippo
Attualità
80 views
Attualità
80 views

Poliambulatorio Asp Villa, “Nuvola Rossa” conferma l’allarme e annuncia l’ennesimo scippo

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

«Nei giorni scorsi la stampa locale ha richiamato l’attenzione sulle criticità perduranti del poliambulatorio di Villa San Giovanni, fondamentale presidio…