CALABRIA. M5S piazza al grido di #mandiamoliacasaadesso: bordate a Oliverio e Renzi da parlamentari e attivisti grillini

8 Ottobre 2015
831 Views
Stampa

di FILIPPO FRANCESCO IDONE

CATANZARO – Movimento 5 Stelle in piazza con i cittadini. Ottimamente riuscita l’iniziativa organizzata nei giorni scorsi dal M5S e che ha visto otto parlamentari pentastellati parlare alla cittadinanza sui temi caldi della Calabria: sanità, istruzione, giustizia. Alessandro Di Battista, Luigi Di Maio, Dalila Nesci, Mattia Fantinati, Riccardo Nuti, Paolo Parentela, Giulia Grillo, Federica Dieni, insieme ai vari meetup calabresi hanno attaccato ripetutamente l’operato del governatore calabrese Oliverio e del premier Renzi.

L’incontro pubblico #mandiamoliacasaadesso è stato un successo, come racconta l’organizzatore Cono Cantelmi: “Una grande felicità! Una piazza piena di attivisti e cittadini che possono ascoltare la quella che è la verità sulla politica calabrese. Tema importante quello della sanità, che come stiamo vedendo in questi giorni sta subendo tagli”.

Quindi è toccato all’onorevole Nesci: “Stiamo facendo una battaglia contro i tagli sulla sanità. Un problema di carenze strutturali soprattutto al meridione perché in questi ultimi anni, ci hanno tolto numerosi finanziamenti. Stiamo vigilando sul governatore Oliverio che non riesce ad appropriarsi del suo ruolo, cioè difensore dei diritti dei calabresi. Noi vogliamo andare via i commissionari dalla Calabria perché sono un bluff, anzi sono un business come KBMG che dovrebbe far quadrare i conti, o consulenze d’oro che abbiamo scoperto e fatto cadere. La Regione Calabria è bloccata irresponsabilità della politica”. L’onorevole Fantinati, nel suo intervento ha discusso di corruzione e economia. Punti importanti per un paese che dovrebbe ripartire facendo leva su questi importanti temi, ma che come spesso vediamo, sono estrinsecate di trappole di stampo mafioso o di corruzione mafiosa. “Quando si parla di corruzione – così Fantinati a villaedintorni  – non si parla di economia, ma di fatto c’è. L’Italia è il Paese più corrotto di tutta Europa. Quanti male fa? Dal punto di vista esterno, quali imprese vengono in Italia a investire? Dal punto di vista interno porta pro e svantaggi: il primo aumento di burocrazia dove si nasconde la corruzione, nella seconda le opere costeranno molto di più ai cittadini e fatte male. Siamo contro chi opera così, dobbiamo avere il coraggio di alzare la testa e dire che noi in un sistema del genere non ci siamo”. Riccardo Nuti tuona contro Oliverio: “La serata è ottimale. La piazza è utile per ripartire dal territorio. Abbiamo consiglieri comunali cha hanno vinto battaglie serie, senza avere consiglieri regionali, sono riusciti a far inibire Oliverio per le nomine. La Calabria è in difficoltà da punto di vista della criminalità e infiltrazioni mafiosi nei comuni. In Calabria ci sono persone che ruotano intorno al presidente di turno e gestiscono una Calabria in maniera pessima. Questa gente Macorno, Bossio e Ferro deve essere mandata via dai calabresi dato che hanno imbrogliato i calabresi”.

L’onorevole Nuti, rispondendo alle domande di villaedintorni, ha lanciato un appello a tutti quei cittadini calabresi (60% circa dei calabresi non ha votato nelle ultime lezioni), che secondo i dati riportati prima dalla trasmissione Le Iene e poi dall’Istat, non hanno votato nelle ultime elezioni, chiedendo loro di andare alle urne e di votare gli onesti e gli impuniti. Altro tema affrontato quello sui tagli delle spese inutili che la Camera dei Deputati sosteneva: “Abbiamo ottenuto i tagli dei rimborsi viaggi (900 mila euro) agli ex deputati; affitti d’oro dove la Camera risparmia 32 milioni di Euro l’anno, trasferendo gli alloggi all’interno”. E infine ha ribadito l’importanza del reddito di cittadinanza, sottolineando che in Calabria il 32% è sotto la soglia di povertà, prima regione in Italia. Il reddito verrà impiegato per dare 780 euro a persona per dare una soglia di vibilità maggiore e in più 2 miliardi per i centri dell’impiego dove questi centri donano 3 contratti dove il cittadino può cominciare a lavorare. I soldi sono stati intercettati dai tagli dello stipendio, dai rimborsi. La somma totale è di 17 miliardi di euro.

L’onorevole Parentela si è detto pronto a combattere per rompere l’indifferenza dei cittadini per gli scandali che la Calabria sta subendo a causa di persone poco consone a governare. Durante al festa, Alessandro di Battista ha voluto omaggiare le forze dell’ordine e ha attaccato il capogruppo di Sassuolo dicendo che la mafia è arrivata anche lì E tuona contro coloro che non hanno ancora capito il reddito di cittadinanza: “Questi ignoranti non conoscono la costituzione, gli stessi ignoranti che hanno votato la Legge Fornero. Un governatore che non è in grado di governare, dei parlamentari che non hanno idea di costituzionalità e votano il Porcellum, la legge Giovanardi e la legge Fornero”. Infine il vicepresidente Di Maio ha parlato della terra dei fuochi, ma non in Campania ma in tutte le zone d’Italia, dove le organizzazioni mafiose si sono radicate all’interno delle Regioni e dei vari comuni.

All’evento era presente anche una delegazione del Meetup M5S di Villa San Giovanni: “ E’ un momento importante, non potevamo mancare e siamo felici di aver contribuito e partecipato alla realizzazione di questo evento. Abbiamo raccontato il lavoro svolto dal Meetup in primi questi 3 anni ai tanti curiosi e discusso anche con parlamentari, consiglieri e attivisti. Siamo partiti facendo una colletta tra attivisti e ci siamo autofinanziati vendendo gadget nel nostro stand. Anche questa è rivoluzione!”.

Potrebbe interessarti

Villa, in fiamme il quadro elettrico di Torre Telegrafo
Cronaca
148 views
Cronaca
148 views

Villa, in fiamme il quadro elettrico di Torre Telegrafo

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

VILLA SAN GIOVANNI - In fiamme il quadro elettrico della pubblica illuminazione di Torre Telegrafo. Lo ha annunciato poco fa…

Raccolta rifiuti a Villa, nuova protesta sindacale: per due giorni solo servizi essenziali
Attualità
123 views
Attualità
123 views

Raccolta rifiuti a Villa, nuova protesta sindacale: per due giorni solo servizi essenziali

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

VILLA SAN GIOVANNI - Possibili disservizi nella raccolta dei rifiuti sono attesi per le giornate di giovedì 22 e venerdì…

Poliambulatorio Asp Villa, “Nuvola Rossa” conferma l’allarme e annuncia l’ennesimo scippo
Attualità
90 views
Attualità
90 views

Poliambulatorio Asp Villa, “Nuvola Rossa” conferma l’allarme e annuncia l’ennesimo scippo

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

«Nei giorni scorsi la stampa locale ha richiamato l’attenzione sulle criticità perduranti del poliambulatorio di Villa San Giovanni, fondamentale presidio…