VILLA. Immigrazione, il Comune nel Coordinamento degli enti locali e delle Associazioni della rete Sprar

25 Settembre 2015
549 Views
Stampa

ITALY-IMMIGRATION-REFUGEES

VILLA SAN GIOVANNI – Il Comune di Villa San Giovanni aderisce al Coordinamento degli enti locali e delle Associazioni della rete Sprar (Sistema di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati) della provincia di Reggio Calabria denominato “Agorà”.
Il sindaco Antonio Messina e l’assessore alle Politiche Sociali Maria Grazia Richichi hanno sposato l’iniziativa nel prosieguo di un percorso avviato dalla precedente amministrazione guidata dall’allora sindaco Rocco La Valle, e che ha portato il Comune villese a divenire titolare del progetto Sprar, approvato e finanziato dal Ministero dell’Interno-Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione- per il triennio 2014/2016.
Grazie a un finanziamento la città dello Stretto ospita già una quindicina di giovani e ne dovrebbe accogliere altri in futuro.
Entrando nel Coordinamento, che ha sede ha Laganadi, il Comune di Villa ha dunque condiviso un progetto «che riveste particolare valore socio-culturale e che attraverso lo strumento del coordinamento tra i soggetti a vario titolo imperniati nella realizzazione dei progetti Sprar nella provincia di Reggio Calabria consente di incentivare cambiamenti e miglioramenti negli interventi a favore dei beneficiari. agevolando allo stesso tempo la standardizzazione e l’uniformità delle azioni nell’offerta dei servizi di accoglienza, integrazione e tutela».
Le finalità del Coordinamento “Agorà” sono molteplici: assicurare nei confronti del Servizio Centrale Sprar presso il Ministero dell’Interno, della Regione Calabria, del Coordinamento Regionale Sprar, degli enti Locali e delle Istituzioni in genere, il coordinamento e la rappresentanza dei soggetti coinvolti a vario titolo nei progetti Sprar; promuovere connessioni tra il mondo dello Sprar ed i mondi della scuola, dell’università, del volontariato, della formazione professionale e del lavoro, al fine di far crescere nel territorio provinciale la cultura e la pratica dell’accoglienza e di protezione umanitaria nei confronti dei richiedenti asilo e rifugiati; formulare proposte propedeutiche alla stesura del Piano Regionale di cui all’art.2 della stessa legge e ai suoi aggiornamenti. E ancora: attivare utili iniziative finalizzate alla inclusione dei rifugiati e dei richiedenti asilo tra i beneficiari degli interventi e della programmazione sociale a livello comunale, provinciale e regionale (Por, Piani di Zona, programma regionale triennale), anche tramite la proposta di specifiche progettualità. f.m.

Potrebbe interessarti

Villa, in fiamme il quadro elettrico di Torre Telegrafo
Cronaca
129 views
Cronaca
129 views

Villa, in fiamme il quadro elettrico di Torre Telegrafo

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

VILLA SAN GIOVANNI - In fiamme il quadro elettrico della pubblica illuminazione di Torre Telegrafo. Lo ha annunciato poco fa…

Raccolta rifiuti a Villa, nuova protesta sindacale: per due giorni solo servizi essenziali
Attualità
106 views
Attualità
106 views

Raccolta rifiuti a Villa, nuova protesta sindacale: per due giorni solo servizi essenziali

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

VILLA SAN GIOVANNI - Possibili disservizi nella raccolta dei rifiuti sono attesi per le giornate di giovedì 22 e venerdì…

Poliambulatorio Asp Villa, “Nuvola Rossa” conferma l’allarme e annuncia l’ennesimo scippo
Attualità
82 views
Attualità
82 views

Poliambulatorio Asp Villa, “Nuvola Rossa” conferma l’allarme e annuncia l’ennesimo scippo

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

«Nei giorni scorsi la stampa locale ha richiamato l’attenzione sulle criticità perduranti del poliambulatorio di Villa San Giovanni, fondamentale presidio…