SCILLA. Commercianti sul piede di guerra: «Stanchi degli ambulanti che non pagano le tasse e intralciano la circolazione»

16 Giugno 2015
702 Views
Stampa

ambulanti 2 a scillaambulanti a scilla

SCILLA – «I venditori ambulanti stanno invadendo il paese di Scilla a discapito di noi che siamo tartassati dalle tasse». Sono sul piede di guerra i commercianti scillesi a causa di un fenomeno che non accenna ad attenuarsi e che provoca loro solo danni economici. Il riferimento, come spiega C.F., commerciante, nel farsi portavoce di tante attività locali, è a quei negozianti itineranti che, con i propri mezzi, a giorni alterni o quotidianamente, si fermano in determinati punti del paese per vendere i propri prodotti. Le zone critiche sono piazza “San Rocco” e la via Matteotti, dove a risentirne sono anche il traffico e la circolazione. Sabato scorso a Scilla non era giorno di mercato, ovvero quell’occasione in cui la sosta degli operatori commerciali aderenti all’iniziativa è organizzata, consentita e regolamentata, ma ciò nonostante qualche ambulante non ha esitato a fermarsi nella piazza centrale della cittadina per fare affari. E salendo verso la parte alta del centro della Costa Viola, la storia è stata la stessa. Una storia che comincia a far perdere le staffe ai commercianti del posto, poiché a loro dire i colleghi ambulanti non sono in regola né con le tasse né con i permessi. Come se non bastasse, occupando strade particolarmente sensibili, intralciano i passaggi di mezzi e pedoni. Nel mirino dei commercianti “fissi” vi sono perlopiù gli ambulanti del settore agricolo-alimentare, che partono dalle aree montane – e quindi più isolate – di Scilla e dei comuni limitrofi per fermarsi nelle zone urbane più popolose e frequentate. E’ chiaro che i negozianti scillesi non contestano il fatto che gli stessi arrivino a Scilla per guadagnarsi il pane, ma chiedono che lo facciano nel rispetto delle regole e della legalità. Insomma, il timore è tutto per una concorrenza sleale e libera da qualsivoglia vincolo autorizzativo. Almeno così pare che avvenga nella maggior parte dei casi. E allora la richiesta principale di coloro che denunciano risiede intanto nella necessità di maggior controlli e sanzioni da parte delle autorità comunali competenti. Ma è ovvio che pure le forze dell’ordine devono e possono fare la loro parte, basti pensare al fondamentale ruolo della Guardia di Finanza nella verifica contro la piaga dell’evasione fiscale. Un discorso a parte, ma nemmeno tanto, riguarda gli ambulanti di abiti e oggetti vari in sosta sul lungomare. Anche qui urge intervenire. fra.me.

Potrebbe interessarti

Villa, in fiamme il quadro elettrico di Torre Telegrafo
Cronaca
129 views
Cronaca
129 views

Villa, in fiamme il quadro elettrico di Torre Telegrafo

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

VILLA SAN GIOVANNI - In fiamme il quadro elettrico della pubblica illuminazione di Torre Telegrafo. Lo ha annunciato poco fa…

Raccolta rifiuti a Villa, nuova protesta sindacale: per due giorni solo servizi essenziali
Attualità
106 views
Attualità
106 views

Raccolta rifiuti a Villa, nuova protesta sindacale: per due giorni solo servizi essenziali

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

VILLA SAN GIOVANNI - Possibili disservizi nella raccolta dei rifiuti sono attesi per le giornate di giovedì 22 e venerdì…

Poliambulatorio Asp Villa, “Nuvola Rossa” conferma l’allarme e annuncia l’ennesimo scippo
Attualità
81 views
Attualità
81 views

Poliambulatorio Asp Villa, “Nuvola Rossa” conferma l’allarme e annuncia l’ennesimo scippo

Francesca Meduri - 21 Febbraio 2024

«Nei giorni scorsi la stampa locale ha richiamato l’attenzione sulle criticità perduranti del poliambulatorio di Villa San Giovanni, fondamentale presidio…