«La stazione di Cannitello esclusa dal nuovo servizio di Metropolitana ferroviaria di superficie»

31 Maggio 2021
522 Views
Stampa
VILLA SAN GIOVANNI – «La stazione di Cannitello esclusa dal nuovo servizio di Metropolitana ferroviaria di superficie». A dare la brutta notizia è
Christian Lofaro, referente Gruppo Territoriale Villa San Giovanni in Azione.
La presentazione del progetto di mobilità sostenibile
«Risale a qualche giorno – ricorda Lofaro – fa la presentazione del progetto di Mobilità Sostenibile da parte della Regione Calabria per l’utilizzo dei fondi europei legati al “Patto per lo sviluppo della Calabria”. L’assessore regionale ai Trasporti, Domenica Catalfamo, ha presentato al Comune di Reggio Calabria una proposta per superare l’impasse che potrebbe causare il definanziamento di 100 milioni di euro del progetto di mobilità sostenibile presentato dallo stesso Comune, il quale prevedeva la realizzazione di un sistema basato sull’utilizzo di autobus elettrici da far transitare su corsie dedicate ma all’interno della viabilità esistente, ben diverso da quello originariamente finanziato che prevedeva la realizzazione di un sistema in sede fissa a guida vincolata, molto più impattante e costoso. La proposta della Regione, invece, si articola in due azioni. La prima – spiega Lofaro –  riguarda il potenziamento dell’offerta dei servizi ferroviari nell’area metropolitana Villa San Giovanni-Reggio Calabria-Melito Porto Salvo, attraverso l’offerta, da parte del servizio passeggeri di Trenitalia, di 48 collegamenti giorno/medio/feriale con treni di nuova generazione lungo la linea ferroviaria
compresa tra Melito di Porto Salvo e Villa San Giovanni con 16 fermate complessive, di cui 13 fermate nella sola città di Reggio Calabria. La seconda azione riguarda invece la riqualificazione ed il potenziamento dei sistemi di trasporto collettivo per la sola città di Reggio Calabria».
La proposta del Gruppo Villa San Giovanni in Azione
Lofaro, dunque, rilancia quanto proposto di recente da Azione: «Soffermandoci quindi sulla prima parte della proposta, il Gruppo Territoriale di Villa San Giovanni in Azione, intende riproporre con forza quanto già espresso ad inizio maggio, ossia la necessità di riaprire subito la Stazione Ferroviaria di Cannitello, chiusa dal 2018, proprio nell’ottica di questo nuovo servizio di Metropolitana ferroviaria di superficie che attualmente non la includerebbe. Ricordiamo infatti che il predecessore dell’assessore Catalfamo, il prof. Musmanno, aveva già assunto nel 2018 con l’Amministrazione Comunale di Villa San Giovanni un impegno in tal senso, anzi nelle more della riapertura della fermata cannitellese la Regione Calabria aveva assunto anche l’impegno di istituire un servizio di autolinee che collegasse la stazione ormai chiusa alla stazione centrale di Villa San Giovanni per garantire una risposta immediata alle istanze della popolazione del borgo di Cannitello. Nulla di tutto ciò è stato ad oggi realizzato».
3 mila abitanti senza un servizio di trasporto pubblico
E ancora: «Ricordiamo inoltre che i Comuni di Reggio Calabria e Motta San Giovanni hanno di recente sbloccato gli iter per la realizzazione di tre nuove fermate (per un costo di 23 milioni di euro), ossia quelle di San Leo, Bocale II e Sant’Elia, che entreranno sicuramente a far parte di questo nuovo servizio di metropolitana di superficie. Villa San Giovanni in Azione vuole ancora una volta ribadire che questa proposta della Regione Calabria, la quale sarà illustrata anche a tutti gli altri Comuni, alle istituzioni ed alle associazioni di categoria interessati, non può ancora escludere la Stazione di Cannitello, che tornerebbe a servizio di una comunità composta da oltre 3.000 abitanti, in netto aumento durante il periodo estivo quando il borgo marinaro a nord di Villa diventa meta di turisti provenienti da tutta Italia e da tutto l’hinterland reggino. Riteniamo che si debba cogliere adesso l’occasione di inserire Cannitello tra le fermate di questo importante servizio metropolitano che consentirebbe di connettere zone anche distanti dell’area metropolitana reggina, aiutando a disincentivare l’utilizzo del mezzo privato per gli spostamenti e venendo incontro alle esigenze di tantissimi pendolari, studenti e lavoratori cannitellesi che negli ultimi 3 anni sono stati privati di un servizio fondamentale per sentirsi ancora parte integrante di una Comunità metropolitana. Inoltre la riapertura della fermata di Cannitello rientrerebbe a pieno titolo all’interno della nuova strategia di tutela e promozione delle bellezze della Costa Viola, sancita dall’istituendo Contratto di Costa tra i Comuni di Seminara, Palmi, Bagnara, Scilla e Villa San Giovanni».
Il Comune pretenda il rispetto degli impegni assunti da Regione e Città Metropolitana
La richiesta finale è la seguente: «Chiediamo quindi all’Amministrazione Comunale, in particolare al nuovo consigliere delegato di Cannitello Nino Donato, all’assessore alla mobilità Massimo Morgante ed al sindaco f.f. Maria Grazie Richichi di battersi nei prossimi incontri che si terranno con la Regione Calabria, la Città Metropolitana, le associazioni ed i gestori dei servizi ferroviari affinché il quartiere di Cannitello possa ricominciare, a partire da una nuova offerta di servizi di collegamento, a giocare un ruolo importante in quella vocazione turistico-balneare mai completamente sbocciata. È giunto il momento che la Regione Calabria si assuma la responsabilità di rispettare gli impegni assunti nel 2018 e che la Città Metropolitana si impegni a realizzare, nei fatti e non solo nelle intenzioni, la tanto decantata Area Integrata dello Stretto abbracciando e coinvolgendo tutti i territori». 

Potrebbe interessarti

Seminara, sbarco di migranti a Cala Janculla: messe in salvo 49 persone
Attualità
169 views
Attualità
169 views

Seminara, sbarco di migranti a Cala Janculla: messe in salvo 49 persone

Francesca Meduri - 22 Ottobre 2021

Spiaggia non raggiungibile via terra: fondamentali le operazioni di ricerca e recupero delle forze dell'ordine, coordinate dalla Prefettura di Reggio…

Comitato ordine e sicurezza a Rizziconi, Falcomatà: «Riaffermare presenza dello Stato e trasmettere vicinanza alla Piana»
Attualità
53 views
Attualità
53 views

Comitato ordine e sicurezza a Rizziconi, Falcomatà: «Riaffermare presenza dello Stato e trasmettere vicinanza alla Piana»

Francesca Meduri - 22 Ottobre 2021

    Il sindaco metropolitano ha preso parte alla riunione convocata dal prefetto Mariani insieme ai colleghi sindaci di Rizziconi,…

Il progetto “Scilla plastic free” per promuovere la cultura della sostenibilità ambientale
Ambiente e natura
150 views
Ambiente e natura
150 views

Il progetto “Scilla plastic free” per promuovere la cultura della sostenibilità ambientale

Francesca Meduri - 21 Ottobre 2021

Obiettivo "plastic free", la Città metropolitana al fianco di Scilla La Città metropolitana ha preso parte alla bella giornata di…