Villa, molotov al molo di sottoflutto: la solidarietà dell’associazione velica metropolitana e l’assordante silenzio della città

8 Aprile 2021
694 Views
Stampa

VILLA SAN GIOVANNI – Passati alcuni giorni dall’inquietante episodio presso il molo di sottoflutto, dove un diportista ha rinvenuto una bottiglietta di molotov all’interno della propria imbarcazione e un’altra bottiglietta nel natante di un altro diportista che assieme a lui ha partecipato al bando comunale per la concessione delle aree del porticciolo, sulla vicenda continuano le indagini dei carabinieri. Indagini sulle quali vige il massimo riserbo ma che a quanto pare sono serratissime con l’obiettivo di fare luce sull’accaduto. Continua, allo stesso tempo, anche il silenzio della città di Villa San Giovanni, dell’amministrazione comunale, dell’associazione “Diportisti” e di chi più ne ha più ne metta. Un silenzio spezzato solo da Massimiliano Careri, che già il giorno del fatto aveva lanciato la notizia su Facebook avendo assistito alle scene sul posto. Careri si rivolge ad Antonio Creazzo, uno dei due diportisti che ha ricevuto l’amara sorpresa a bordo del proprio natante: «Ciao Antonio “Totò” – scrive Careri in una nota – esprimo la mia personale solidarietà e quella della Libera Associazione Sportiva del settore Vela iscritta all’albo della Città metropolitana, di cui faccio parte attiva in qualità di presidente, per quanto accaduto nei giorni scorsi. Un atto vile e miserabile su cui spero si faccia presto luce. Mi dissocio dal silenzio assordante della comunità villese e dell’amministrazione del Comune di Villa San Giovanni. Ti sono vicino, Massimiliano Careri». Già, un silenzio assordante che non giova sicuramente a una città dove va di moda ergersi a paladini della legalità salvo poi tacere se due imprenditori reggini, non villesi quindi, ritrovano delle bottigliette incendiarie nelle proprie imbarcazioni. I due diportisti, che oltre ad avere la passione per il mare sono titolari di attività imprenditoriali, hanno intanto portato via le loro imbarcazioni dal molo di sottoflutto villese e attendono con fiducia l’esito dell’attività d’indagine avviata dai militari dell’Arma. Che ovviamente hanno bussato anche alla porta dell’ufficio tecnico comunale. (Francesca Meduri)

Potrebbe interessarti

Villa, nuovi volontari per la Protezione civile. Come entrare nel gruppo comunale
Attualità
371 views
Attualità
371 views

Villa, nuovi volontari per la Protezione civile. Come entrare nel gruppo comunale

Francesca Meduri - 17 Gennaio 2022

    Il Gruppo di Protezione civile del Comune di Villa San Giovanni si aggiorna VILLA SAN GIOVANNI – La…

Covid Reggio, oggi più guarigioni che contagi. Ma ci sono altri 3 decessi
Attualità
135 views
Attualità
135 views

Covid Reggio, oggi più guarigioni che contagi. Ma ci sono altri 3 decessi

Francesca Meduri - 16 Gennaio 2022

Restano sopra quota mille i contagi giornalieri da covid-19 nell’area metropolitana di Reggio Calabria. Secondo il bollettino regionale diffuso oggi,…

Covid Reggio, laboratorio Asp al collasso: «Da processare anche 2.500 tamponi al giorno»
Attualità
167 views
Attualità
167 views

Covid Reggio, laboratorio Asp al collasso: «Da processare anche 2.500 tamponi al giorno»

Francesca Meduri - 15 Gennaio 2022

  La quinta commissione consiliare presieduta dal consigliere Romeo ha fatto il punto della situazione con il direttore Giuffrida alla…