Chiaro ed univoco “no” ai mezzi pesanti all’interno del porto di Reggio Calabria

23 Gennaio 2021
500 Views
Stampa
“Il Protocollo d’intesa di prossima sottoscrizione tra gli attori territoriali principali alla pianificazione dell’area portuale di Reggio Calabria, ovvero Autorità di Sistema Portuale dello Stretto e Città di Reggio Calabria, non lascia alcun dubbio sulla contrarietà dell’Amministrazione comunale all’utilizzo del porto per il traffico ro-ro fra Calabria e Sicilia”. È quanto annunciano il sindaco Giuseppe Falcomatà e l’Assessore all’Urbanistica e Trasporti Mariangela Cama.
“Gli incontri ed il lavoro sinergico sin qui svolti con il Presidente Mega,  che ringraziamo – continua la nota – hanno portato alla condivisione, nel predetto documento di indirizzo alla pianificazione per la successiva redazione del Piano Regolatore portuale, di obiettivi di sviluppo dell’area portuale in ottica turistica attraverso l’implementazione dell’attività diportistica e crocieristica. Il traffico commerciale e di traghettamento con Messina, all’attualità ubicato presso la Nuova Banchina di Levante, dovrà essere rilocalizzato in una nuova darsena da realizzare nella zona nord con l’obiettivo di eliminare le interferenze con il traffico crocieristico e dei maxi yatch  a cui sarà destinata quell’area”.
“L’intesa raggiunta con L’Autorità di Sistema Portuale – precisa, poi, l’Assessore Cama – oltre che riferirsi alla strategia generale di sviluppo del porto nel suo rapporto con la città e con il territorio riguarda, specificatamente, l’assetto e l’uso delle aree di interesse comune, con particolare riferimento alle aree ricadenti nell’ambito di interazione porto-città, alle reti infrastrutturali territoriali e locali, alle maggiori opere di urbanizzazione e a quelle di sistemazione urbanistica degli spazi collettivi comuni o contigui al perimetro portuale. Tutto ciò in coerenza alle previsioni comunali pianificatorie programmate e al fine di dare concreta attuazione al completamento della riqualificazione del lungomare cittadino sino al porto, con la realizzazione del Museo del Mare progettato dall’Archistar Zaha Hadid”.
 “Il nostro porto – conclude il comunicato stampa – possiede, infatti, una caratteristica che deve diventare una grande opportunità: si trova a pochissimi metri dal centro cittadino e dall’area del Lungomare e questo deve costituire un valore aggiunto da valorizzare ed implementare sul piano della programmazione per il rilancio del porto. Reggio deve recuperare il suo rapporto con il mare, considerandolo sempre più una risorsa da tutelare e sviluppare e, per farlo, un obiettivo strategico è certamente il collegamento tra il porto e la città”.

Potrebbe interessarti

Villa, nuovi volontari per la Protezione civile. Come entrare nel gruppo comunale
Attualità
371 views
Attualità
371 views

Villa, nuovi volontari per la Protezione civile. Come entrare nel gruppo comunale

Francesca Meduri - 17 Gennaio 2022

    Il Gruppo di Protezione civile del Comune di Villa San Giovanni si aggiorna VILLA SAN GIOVANNI – La…

Covid Reggio, oggi più guarigioni che contagi. Ma ci sono altri 3 decessi
Attualità
135 views
Attualità
135 views

Covid Reggio, oggi più guarigioni che contagi. Ma ci sono altri 3 decessi

Francesca Meduri - 16 Gennaio 2022

Restano sopra quota mille i contagi giornalieri da covid-19 nell’area metropolitana di Reggio Calabria. Secondo il bollettino regionale diffuso oggi,…

Covid Reggio, laboratorio Asp al collasso: «Da processare anche 2.500 tamponi al giorno»
Attualità
167 views
Attualità
167 views

Covid Reggio, laboratorio Asp al collasso: «Da processare anche 2.500 tamponi al giorno»

Francesca Meduri - 15 Gennaio 2022

  La quinta commissione consiliare presieduta dal consigliere Romeo ha fatto il punto della situazione con il direttore Giuffrida alla…