Coronavirus a Villa San Giovanni, verso la chiusura delle zone a rischio assembramenti

25 Ottobre 2020
1415 Views
Stampa

VILLA SAN GIOVANNI – «Due nuovi casi ed uno in attesa di conferma. Un caso è riconducibile alla clinica Nova Salus: il paziente è in corso di trasferimento al reparto covid di Reggio. Gli altri due sono entrambi in isolamento domiciliare da giorni. Uno di questi è risultato positivo al test sierologico ed è in attesa dell’esito del tampone». Risale a ieri l’ultimo aggiornamento sul coronavirus in città da parte dell’amministrazione comunale di Villa San Giovanni, che ha altresì illustrato l’attività in corso per la prevenzione della diffusione del contagio. «Di concerto con la Prefettura, con la Città Metropolitana e con gli altri Comuni si procederà, nel fine settimana, al monitoraggio delle piazze e delle zone critiche per decidere se e quali piazze chiudere o come regolamentare l’accesso ed il transito. La Prefettura ha preso l’impegno che il controllo del territorio sarà assicurato dalle forze dell’ordine. Effettivamente, già da ieri sera, anche a Villa alcune volanti hanno pattugliato il territorio proprio per attuare il monitoraggio. Abbiamo sollecitato, ovviamente, anche la nostra polizia locale al massimo sforzo per il controllo del territorio. Abbiamo, sul punto, coinvolto anche le forze di opposizioni che hanno convenuto sul metodo e, qualora si evidenziassero situazioni di criticità, hanno espresso il loro favore per la chiusura delle piazze e dei luoghi dove si formano assembramenti. È in atto un confronto continuo con i medici di famiglia e con le associazioni soprattutto per quanto riguarda la collaborazione per sensibilizzare la comunità a fare squadra per il rispetto delle regole. Stiamo procedendo alla distribuzione delle mascherine alle famiglie indigenti e ad aiutare le famiglie in isolamento domiciliare all’acquisto dei beni di prima necessità. L’amministrazione vorrebbe mantenere aperti i cimiteri per la prossima commemorazione dei defunti. Sul punto anche le forze di opposizione hanno manifestato il loro consenso. Ovviamente l’apertura, che comunque dovrà avvenire nel rispetto di tutte le norme anticovid, con ingressi contingentati, non potrà avvenire qualora la situazione complessiva dovesse sconsigliarlo. Entro la serata di oggi o al massimo domani sarà dato avviso. Prenderemo una decisione dopo aver consultato tutti i comuni limitrofi al fine di avere la massima condivisione». 

Potrebbe interessarti

Vaccinazioni anti-covid a Reggio, insorgono i sindaci dello Stretto: «Gestione disastrosa»
Attualità
484 views
Attualità
484 views

Vaccinazioni anti-covid a Reggio, insorgono i sindaci dello Stretto: «Gestione disastrosa»

Francesca Meduri - 25 Febbraio 2021

  "Un piano vaccinale gestito così rischia solo di provocare assembramenti e nuovi focolai. È paradossale che chi dovrebbe garantire…

Coronavirus a Reggio Calabria, quattro chiusure scolastiche nell’area tirrenica
Uncategorized
549 views
Uncategorized
549 views

Coronavirus a Reggio Calabria, quattro chiusure scolastiche nell’area tirrenica

Francesca Meduri - 25 Febbraio 2021

Il coronavirus continua a creare problemi in varie scuole della provincia di Reggio Calabria. A Bagnara Calabra risulta  positiva una…

Scilla, riunione del comitato dei sindaci Asp: sul tavolo servizi sanitari e piano vaccinazioni
Comunicati stampa
534 views
Comunicati stampa
534 views

Scilla, riunione del comitato dei sindaci Asp: sul tavolo servizi sanitari e piano vaccinazioni

Francesca Meduri - 24 Febbraio 2021

  Lo stato dell'arte del sistema sanitario e dei servizi territoriali sul versante tirrenico, con particolare riferimento alla Casa della…