Nas Reggio chiudono panificio per carenze igienico-sanitarie e alimenti non tracciabili

16 Settembre 2020
495 Views
Stampa

 

I Carabinieri del Nas di Reggio Calabria, unitamente al personale dell’ASP reggina, a seguito di mirati controlli, hanno proceduto a sospendere l’attività di un panificio – gastronomia del centro cittadino per gravi carenze igienico sanitarie e per aver messo in vendita alimenti non tracciabili.
I militari hanno ispezionato il laboratorio ed il punto vendita, rinvenendo sulle attrezzature resti di alimenti molto datati nonché un copertone in gomma sulla cella frigorifera, ed inoltre, le pareti dei locali erano infestate da ragnatele. Continuano il controllo si accertava la messa in vendita di kg 30 di prodotti, quali pizze e brioche, privi di tracciabilità e per tanto sottoposti a sequestro ed immediatamente distrutti.
L’attività è stata immediatamente sospesa, in attesa del ripristino delle normali condizioni igienico-sanitarie, ed al titolare sono state elevate sanzioni per euro 1500,00.

Potrebbe interessarti

Coronavirus a Reggio Calabria, il bollettino regionale: 131 nuovi positivi e 2 decessi
Uncategorized
81 views
Uncategorized
81 views

Coronavirus a Reggio Calabria, il bollettino regionale: 131 nuovi positivi e 2 decessi

Francesca Meduri - 25 Novembre 2020

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 342.655 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 350.996 (allo stesso…

Piano di zona ambito Villa, il Terzo settore  rivendica partecipazione
Uncategorized
151 views
Uncategorized
151 views

Piano di zona ambito Villa, il Terzo settore rivendica partecipazione

Francesca Meduri - 25 Novembre 2020

Il Forum Territoriale del Terzo settore “Versante dello Stretto” scrive all’ufficio di Piano dell’Ambito territoriale 14 di Villa S. Giovanni, alla Conferenza…

Emergenza sanitaria ad Arghillà: il quartiere è sommerso dai rifiuti e i cittadini si rivolgono al premier Conte
Attualità
219 views
Attualità
219 views

Emergenza sanitaria ad Arghillà: il quartiere è sommerso dai rifiuti e i cittadini si rivolgono al premier Conte

Francesca Meduri - 25 Novembre 2020

«Nonostante l’ordine del Prefetto di 10 gg fa, le disposizioni del dirigente ambiente del comune di 7 gg fa, questo…