VILLA. Covid, le scuole comunali non sono ancora pronte. Aragona: “Situazione preoccupante”

12 Settembre 2020
1103 Views
Stampa

VILLA SAN GIOVANNI – «Dopo l’incontro di ieri, tenutosi nell’aula consiliare con la Sindaco f.f., l’assessore Imbesi, la delegata Barbalace, l’Ing. Foti per l’Ufficio Tecnico comunale ed una rappresentanza dei genitori dei bambini frequentanti le scuole medie ed elementari di Villa San Giovanni,  al quale abbiamo partecipato sia il sottoscritto che la collega Vilardi per il gruppo PD, il quadro che emerge è sempre più preoccupante». A sostenerlo è il capogruppo di Impegno in Comune, Cristian Aragona. Che aggiunge: «Unica verità l’esordio della Sindaca f.f., cosi come della delegata alla pubblica istruzione Barbalace, da ritenersi un’ammissione di colpa, ci portano a ritenere che il risultato non può che essere l’ennesimo sacrificio richiesto ai cittadini. Ed infatti, cosi come per le problematiche del servizio idrico, della raccolta dei rifiuti, della gestione della viabilità, del PCS, oltre che per l’ordinaria amministrazione, dove tutto è fermo, salvo intervenire in via d’urgenza quando saltano i tombini o le piogge allagano la città, anche per le scuole i problemi non mancano. È necessario effettuare degli interventi di adeguamento alla normativa COVID ma nonostante la disponibilità economica riconosciuta dal ministero a meno di due settimane dall’apertura delle scuole nulla è stato fatto».

«Emblematico – sottolinea Aragona – lo spaccato tracciato dall’Ing. Foti, il quale seppur con un pizzico di ottimismo, non ha potuto fare altro che dire la verità, ossia che per portare avanti i diversi iter amministrativi inerenti la gestione delle opere pubbliche cosi come la ordinaria amministrazione, bisogna iniziare da zero o quasi. Il quadro è chiaro, la politica non è in grado di fare nulla e nulla ha fatto in questi ultimi tre anni di legislatura. Infatti ritornando indietro nel tempo, nessuno avrà dimenticato i proclami di questa maggioranza con tanto di foto sui quotidiani (Sindaco Siclari ed ex dirigente Uff. Tecnico), dove si annunciava l’impegno della somma di €100.000,00 per l’ultimazione dei lavori delle scuole elementari di Pezzo con riapertura prevista entro l’inizio dell’anno scolastico 2018/19, ad oggi è emerso in maniera chiara che devono ancora effettuarsi studi ed interventi che si spera possano portare al collaudo dell’edificio e, quindi, forse solo dopo ad una possibile riapertura».

«L’analisi di quanto sopra riportato – prosegue Aragona – non può che indurre ad una solo riflessione: la politica attuata da questa maggioranza è sempre stata solo una grande illusione. Tornando al tema di ieri, i genitori hanno manifestato le loro preoccupazioni riferite ad un presunto piano di intervento che per consentire l’inizio della scuola per tutti, vorrebbe una turnazione tra mattina e pomeriggio di diversi studenti all’interno del plesso scolastico “Rocco Caminiti” istituto che ospita le scuole medie di Villa San Giovanni. Le preoccupazioni maggiori ovviamente sono rivolte al problema COVID ed al rischio di frequentazione dei medesimi locali da una moltitudine di bambini, senza che possa essere possibile sanificare i locali tra un turno ed un altro, senza contare le innumerevoli difficolta nella gestioni dei diversi impegni familiari, in una situazione dove lavorare è una necessità primaria per l’economia delle famiglia e di conseguenza la gestione degli impegni scolastici dei bambini (tra turni di mattina e di pomeriggio) diventa l’ennesimo enorme sacrificio richiesto ai cittadini Villesi, soprattutto a chi ha più figli frequentanti gli istituti dove dovrebbe attuarsi la presunta turnazione».

Aragona è un fiume in piena: «Siamo stanchi di fare sacrifici senza risultati. La salute dei bambini ed il diritto allo studio devono essere gli unici principi ispiratori di qualsivoglia decisione, ragion per cui rivolgiamo invito alla Dirigente Scolastica, persona nota per le grandi capacità operative, di voler valutare con attenzione le problematiche sollevate dai genitori dei bambini. Ultimo inciso è doveroso dedicarlo al piano per le opere pubbliche soffermandoci su quanto dichiarato dall’Assessore Imbesi e dal Delegato Bellantone, che riferiscono di proficua collaborazione con l’Autorità Portuale e con il Presidente Mega, ma stante il vuoto riscontrato negli atti, ci porta a ritenere che trattasi come sempre di pura illusione, come sopra per la scuola di Pezzo, e come da sempre con arroganza per le concessioni del molo sottoflutto, che nel frattempo inizia a mostrare giorno dopo giorno evidenti deficit nell’esecuzione dell’opera, con lesioni lungo le banchine, pavimentazione che salta dappertutto, erba che cresce, insomma utile solo per portare i cani a passeggiare e, stante la mancanza di controllo, purtroppo, per consentire ad alcuni incivili di buttarci la spazzatura. Cari concittadini fino a quando questi signori si ostineranno ad amministrare la città per noi solo dispiaceri e sacrifici, cercando di mantenere in vita solo la speranza per il futuro, visto che il presente è ILLUSIONE E POLITICA DEL NON FARE».

Potrebbe interessarti

VILLA. Gli auguri del sindaco Richichi al mondo della scuola
Comunicati stampa
29 views
Comunicati stampa
29 views

VILLA. Gli auguri del sindaco Richichi al mondo della scuola

Francesca Meduri - 27 Settembre 2020

Anche questo anno scolastico si avvia a percorrere il suo viaggio nell’affascinante mondo dei saperi, del  confronto, dell’ascolto, della condivisione,…

VILLA. Scuole, domani la prima campanella. L’amministrazione: «Si parte in piena sicurezza»
Attualità
129 views
Attualità
129 views

VILLA. Scuole, domani la prima campanella. L’amministrazione: «Si parte in piena sicurezza»

Francesca Meduri - 27 Settembre 2020

VILLA SAN GIOVANNI - Il sindaco f.f. Maria Grazia Richichi e la delegata all’Istruzione Maria Adelaide Barbalace esprimono viva soddisfazione…

VILLA. Lotta alla produzione e detenzione di stupefacente: 4 arresti
Cronaca
669 views
Cronaca
669 views

VILLA. Lotta alla produzione e detenzione di stupefacente: 4 arresti

Francesca Meduri - 27 Settembre 2020

Nella prima mattinata del 26 settembre, a Villa San Giovanni e Reggio Calabria, su disposizione della Procura della Repubblica presso…