Terzo lotto Gallico-Gambarie, Falcomatà fa il punto: “Entro fine agosto cantiere completato per il 70%”

6 Agosto 2020
713 Views
Stampa

«Proseguono senza sosta i lavori sul terzo lotto della “Gallico-Gambarie”, ovvero il tratto che da Mulini di Calanna procede verso lo svincolo per Podargoni e Santo Stefano. I tecnici confermano che il cantiere è arrivato pienamente a metà dell’opera ed entro la fine d’agosto sarà completato per il 70%». Il sindaco metropolitano, Giuseppe Falcomatà, al termine di un sopralluogo per analizzare le fasi di avanzamento dei lavori, ha fatto il punto sulla situazione.

«Si tratta di un’opera particolarmente complessa», ha affermato Falcomatà aggiungendo: «L’intero tracciato, infatti, si snoda, attraversando l’alveo della fiumara Gallico, in diverse parti tortuose o strette. Queste circostanze, secondo quanto riferito dai tecnici, hanno comportato la progettazione di altre opere imponenti come viadotti, opere di sostegno, di consolidamento, di difesa e, successivamente, una particolare organizzazione del cantiere che ha rallentato ed a volte fermato lo stato di avanzamento dei lavori».

«Oggi invece – ha detto il sindaco – il cantiere è pienamente operativo e, nonostante il caldo torrido e condizioni meteo che metterebbero chiunque in seria difficoltà, procede speditamente. La professionalità di tutte le ditte e degli operai coinvolti, così come quella dei direttori dei lavori, ci infonde fiducia nell’immaginare un’arteria che, quanto prima, potrà accorciare le distanze fra il nostro mare ed i nostri monti».

Ed ancora: «Le operazioni di costruzione della strada non si fermeranno nemmeno d’estate e questo la dice lunga sulla volontà di voler al più presto consegnare un’opera indispensabile per l’intero territorio metropolitano».

«Fino al momento – ha concluso l’inquilino di Palazzo Alvaro – sono stati spesi all’incirca 21 milioni di euro, la metà dell’investimento complessivo che cambierà totalmente il concetto di viabilità verso le zone Aspromontane. È in questo modo che bisogna procedere per infondere tranquillità e sicurezza nelle comunità che avranno soltanto benefici dal completamento di un’infrastruttura ormai essenziale e determinante per innescare processi di crescita economica, sviluppo sociale e salvaguardia dell’entroterra».

Potrebbe interessarti

Villa, il dott. Oriente contro i “premi” ai dirigenti della sanità: lettera aperta a Occhiuto
Attualità
439 views
Attualità
439 views

Villa, il dott. Oriente contro i “premi” ai dirigenti della sanità: lettera aperta a Occhiuto

Francesca Meduri - 16 Agosto 2022

VILLA SAN GIOVANNI – Non si arrestano le denunce del medico di base ed oncologo Salvatore Oriente sulle criticità e…

Villa e lo Stretto set cinematografici: giovedì la presentazione del film “Spiaggia di vetro” di Will Geiger
arte e cultura
310 views
arte e cultura
310 views

Villa e lo Stretto set cinematografici: giovedì la presentazione del film “Spiaggia di vetro” di Will Geiger

Francesca Meduri - 15 Agosto 2022

    Villa San Giovanni e lo Stretto vengono apprezzati sempre più dai registi e dalle case di produzione cinematografiche…

Villa, nuova ordinanza sull’acqua: resta il solo divieto di berla
Attualità
188 views
Attualità
188 views

Villa, nuova ordinanza sull’acqua: resta il solo divieto di berla

Francesca Meduri - 15 Agosto 2022

VILLA SAN GIOVANNI – È arrivata nel pomeriggio di ieri una nuova ordinanza sindacale sull’utilizzo dell’acqua immessa nel civico acquedotto…