VILLA. Il Nostro-Repaci promuove l’audiolettura con il service “Libro Parlato Lions”

16 Giugno 2020
601 Views
Stampa

È stato attivato sul sito dell’Istituto Nostro Repaci di Villa San Giovanni un servizio offerto dal Club Lions Distretto 108 YA, – Governatore: Nicola Clausi, Specialist Distrettuale Giuseppe Naim -, che promuove l’audiolettura, grazie al Service “Libro Parlato Lions”.

La sinergica collaborazione con il Club Lions Distretto 108 YA, ormai da tempo instaurata e consolidata, per la realizzazione di questo progetto, è nata dall’esigenza di offrire un prezioso aiuto agli studenti con disturbi specifici di apprendimento e agli studenti con disabilità, ma poi il Service, – afferma la Dirigente Scolastica prof.ssa Maristella Spezzano –, si è rivelato un ulteriore strumento utile a favorire l’accesso alla cultura e allo studio anche agli studenti che versano in condizioni di disagio e agli studenti che, grazie all’ascolto, scoprono o riscoprono il piacere di leggere. Sono stati selezionati alcuni degli audiolibri di genere narrativo in versione integrale e messi a disposizione sul sito dell’Istituto; gli studenti del Nostro Repaci possono così scaricare gli audiolibri e fruirne gratuitamente. Le modalità di fruizione sono semplici: dalla sezione dedicata sul sito della scuola, lo studente, tramite una password che dovrà essere richiesta all’indirizzo mail della scuola, potrà accedere all’area riservata, consultare la pagina e scegliere l’audiolibro. Tra gli obiettivi prioritari del Nostro Repaci ha un ruolo fondamentale nella crescita umana e culturale degli studenti l’Educazione alla Lettura che, attraverso il servizio innovativo quale il “Libro Parlato Lions” offerto dal Club Lions Distretto 108 YA, è potenziata dall’uso di strumenti digitali e arricchita di nuove motivazioni e strategie inclusive. Ascoltare un audiolibro – continua la Dirigente – è certamente una bellissima esperienza, in quanto la lettura ad alta voce fatta da uno speaker regala nuova profondità al testo e suscita suggestioni che stimolano l’immaginazione. È un’esperienza singolare, perché ci si può dedicare all’ascolto mentre si è impegnati in un’altra attività, quando si corre, si passeggia o ci si rilassa su un divano, semplicemente per evadere un po’ con la mente; è un modo diverso e sano per trascorrere il tempo libero in maniera divertente, che sta prendendo il posto, sempre più spesso, della radio e della musica. Nei giorni dell’emergenza Covid-19, – conclude la Spezzano – quando anche le librerie erano chiuse, docenti e studenti hanno interiorizzato, ancora di più, la consapevolezza dell’utilità di altri strumenti digitali per continuare ad apprendere e allo stesso tempo per combattere la solitudine e viaggiare con la fantasia nel mondo raccontato. La lettura e l’audiolettura non si devono fermare a esigenza sanitaria finita, è importante che ogni studente ne faccia una buona abitudine e buona pratica.

Elena Scopelliti

Potrebbe interessarti

«No alla truffa del Ponte»: Usb aderisce alla manifestazione in piazza a Messina
Uncategorized
156 views
Uncategorized
156 views

«No alla truffa del Ponte»: Usb aderisce alla manifestazione in piazza a Messina

Francesca Meduri - 24 Settembre 2020

  USB aderisce alla manifestazione della Rete No Ponte e invita a scendere in piazza il 26 settembre a Messina…

Elezioni Scilla, le donne fanno incetta di voti. Ecco il nuovo consiglio comunale targato Ciccone
Attualità
1295 views
Attualità
1295 views

Elezioni Scilla, le donne fanno incetta di voti. Ecco il nuovo consiglio comunale targato Ciccone

Francesca Meduri - 23 Settembre 2020

PASQUALINO Ciccone stravince: la sua lista “Scilla riparte” vola col 97,84% (2757 voti) travolgendo la lista “Diritti, democrazia e libertà…

Caronte&Tourist,  dal 1° ottobre chiude la biglietteria nel porto di Villa San Giovanni
Attualità
355 views
Attualità
355 views

Caronte&Tourist,  dal 1° ottobre chiude la biglietteria nel porto di Villa San Giovanni

Francesca Meduri - 23 Settembre 2020

Da giovedì 1° ottobre 2020 chiude la biglietteria nel porto di Villa San Giovanni. Caronte & Tourist ne aveva da…