VILLA. Depuratore, iniziati i lavori di posa della condotta sottomarina: chiariti i motivi del divieto di balneazione

18 Luglio 2015
684 Views
Stampa

Litorale di Pezzo - Villa San Giovanni

VILLA SAN GIOVANNI – Sono partiti gli interventi per la posa della condotta sottomarina (lunga 120 metri) a servizio del depuratore comunale. Si tratta della fase conclusiva dell’operazione di restyling del sistema depurativo realizzata negli ultimi anni dall’impresa Calgeco Srl, aggiudicatrice dell’appalto oggetto di finanziamento regionale nell’era Scopelliti. Ad annunciare l’avvio dei lavori, ieri mattina a palazzo “San Giovanni”, il sindaco Antonio Messina, il vicesindaco con deleghe ai Lavori Pubblici e Turismo Giovanni Siclari, l’assessore ai Servizi Esterni Lorenzo Micari, l’assessore al Decreto Emergenza Rocco Cassone e l’ingegnere Barbaro per la Calgeco. Proprio dall’impresa esecutrice dei lavori sono arrivati alcuni chiarimenti sull’attuale situazione delle acque di Pezzo, in corrispondenza dell’impianto di depurazione. Puntualizzazioni ribadite dal sindaco Messina: «Scarichi a mare non ce ne sono. L’acqua esce già depurata. I valori sono entro i limiti. Tutti gli impianti di sollevamento di Villa sono a posto, l’unico da sistemare resta quello in via Riviera». E allora a cosa si deve il divieto di balneazione a Punta Pezzo? Ebbene, i motivi sono decisamente diversi dagli scorsi anni. Se prima il provvedimento era necessario per il non funzionamento del depuratore, oggi l’unica ragione che lo tiene in vita è appunto la persistenza dell’area di cantiere per l’ultimazione dei lavori. Il grosso è stato fatto e, con la posa della condotta sottomarina, opera che è stata avviata dopo aver avuto in consegna dalla Capitaneria la zona demaniale marittima interessata, sarà finalmente possibile revocare il divieto. «I lavori per la posa della condotta sottomarina – ha dichiarato soddisfatto l’assessore ai Servizi Esterni Lorenzo Micari – ci consentiranno di restituire alla città un tratto di costa fondamentale per lo sviluppo del nostro water front. L’opera ha una notevole valenza ambientale per tutta la città ed i lavori dureranno dai 45 a 60 giorni. Attualmente si stanno svolgendo sulla spiaggia perché stiamo attendendo la fine dell’attività istruttoria da parte della Capitaneria che si concluderà con l’ordinanza di interdizione dell’area alla navigazione. Il nostro impianto di depurazione, infatti, è adeguato alla normativa vigente. Oggi l’area è interdetta alla navigazione perché è zona di cantiere. Al termine dei lavori, quel tratto di mare sarà restituito alla città». fra.me.

Potrebbe interessarti

Gambarie innevata: il programma delle iniziative per il weekend
svago
85 views
svago
85 views

Gambarie innevata: il programma delle iniziative per il weekend

Francesca Meduri - 28 Gennaio 2023

La neve imbianca Gambarie ed il sindaco Francesco Malara, con la sua Amministrazione Comunale di Santo Stefano in Aspromonte, non…

Strage di gatti a San Roberto: decine di felini avvelenati in strada
Amici a 4 zampe
88 views
Amici a 4 zampe
88 views

Strage di gatti a San Roberto: decine di felini avvelenati in strada

Francesca Meduri - 28 Gennaio 2023

SAN ROBERTO - Strage di gatti a San Roberto. Solo nella frazione Samperi, in via Osanna, ne sono stati rinvenuti…

‘Ndrangheta a Scilla, effetti inchiesta “Nuova Linea”: interdittive, revoche e ricorsi
Attualità
382 views
Attualità
382 views

‘Ndrangheta a Scilla, effetti inchiesta “Nuova Linea”: interdittive, revoche e ricorsi

Francesca Meduri - 27 Gennaio 2023

SCILLA - Pioggia di interdittive antimafia e revoche di permessi sul settore imprenditoriale scillese, che alla Prefettura e al Comune…