Coronavirus a Villa, l’Sos del sindaco su Acciarello: «Chiesti interventi e tamponi»

8 Maggio 2020
1602 Views
Stampa

VILLA SAN GIOVANNI – Cinque casi di coronavirus tutti ad Acciarello, popoloso quartiere a sud di Villa San Giovanni che tra le altre cose è sede di diverse attività commerciali, è punto di confine col comune di Reggio in località Bolano ed è area d’ingresso alla città in via Zanotti Bianco. Ad Acciarello, dunque, cresce la preoccupazione, nonostante tra i cinque casi pare non via sia correlazione. Crescono i timori soprattutto per le verifiche, ancora in corso, sull’ultimo caso, in particolare sulla rete dei contatti della donna risultata positiva. L’attenzione su Acciarello è altissima, e a confermare ciò è l’annuncio di oggi sui canali social dell’amministrazione comunale e del sindaco facente funzioni Maria Grazia Richichi: «È stata inviata all’Asp di Reggio Calabria una richiesta di interventi mirati, sanificazione e tamponi, per i cittadini di Acciarello». Da una parte l’invito a non creare allarmismo, dall’altra la comunicazione di una richiesta ben precisa che fa pensare a una situazione di rischio e  da approfondire. In questa doppia direzione è andato l’odierno discorso via social del sindaco ff: «Ieri – ha esordito Maria Grazia Richichi – è stato registrato purtroppo il quinto caso di covid-19 a Villa San Giovanni. Invito la cittadinanza a non creare allarmismo, a non avere paura; i casi tra loro non hanno correlazione, sono tuttora in corso verifiche e controlli per evidenziare i contatti che ci sono stati con l’ultimo caso. Tranquillizzo la cittadinanza: i primi casi di coronavirus sono al momento in remissione, sono in condizioni cliniche tranquille e anche il quinto caso è sotto controllo, in isolamento domiciliare. Quello che mi duole constatare – ha sottolineato la Richichi – è che si sono verificati tutti nella stessa zona, ad Acciarello; per questo motivo mi sono rivolta ai vertici Asp, con i quali siamo in contatto, per vedere quali provvedimenti attuare per tutelare maggiormente i residenti di quella zona. Intensificheremo gli interventi di sanificazione nel quartiere». Ha rilanciato, quindi, l’appello al rispetto delle regole e puntualizzato: «Invito la cittadinanza a rispettare le regole, il distanziamento sociale, l’utilizzo di dispositivi di protezione individuali e non creare assembramenti. Non ho fatto nessun passo indietro: ho accolto l’ordinanza del governatore Santelli ma nello stesso tempo ho raccomandato la massima prudenza, ho raccomandato ai commercianti di aprire con calma, di non affrettarsi, di rispettare le regole secondo le disposizioni del Governo. Il cittadino è invitato  ad uscire ma usando le regole; noi siamo gli artefici del nostro destino per cui solo una corretta interpretazione e un buon rispetto delle regole potrà evitare la propagazione del virus, lo dico da sempre e lo ripeterò, da sindaco e da medico».

f.m.

Potrebbe interessarti

Coronavirus a Villa San Giovanni, verso la chiusura delle zone a rischio assembramenti
Attualità
967 views
Attualità
967 views

Coronavirus a Villa San Giovanni, verso la chiusura delle zone a rischio assembramenti

Francesca Meduri - 25 Ottobre 2020

VILLA SAN GIOVANNI - «Due nuovi casi ed uno in attesa di conferma. Un caso è riconducibile alla clinica Nova…

Campo Calabro. Nessun nuovo positivo tra impiegati e amministratori
Uncategorized
281 views
Uncategorized
281 views

Campo Calabro. Nessun nuovo positivo tra impiegati e amministratori

Consolata Maesano - 25 Ottobre 2020

CAMPO CALABRO - In questa piovosa domenica mattina la comunità del paesino che fa da balcone in riva allo Stretto…

VILLA. Due nuovi casi di coronavirus, più un terzo da confermare
Attualità
1064 views
Attualità
1064 views

VILLA. Due nuovi casi di coronavirus, più un terzo da confermare

Francesca Meduri - 24 Ottobre 2020

VILLA SAN GIOVANNI - Altri due casi  di coronavirus a Villa San Giovanni, più un terzo da confermare. Uno dei…