Repaci versus Santelli: “provvedimento imprudente, non è utile a nessuno”

3 Maggio 2020
1011 Views
Stampa

CAMPO CALABRO – «E’ fatto divieto agli esercenti bar, pasticcerie, ristoranti, pizzerie, agriturismo le cui attività insistono sul territorio comunale, di avviare l’attività di somministrazione ancorché esclusiva attraverso il servizio con tavoli all’aperto».

La recente ordinanza del sindaco Sandro Repaci parla chiaro e annulla (o, in gergo burocratico, rende inapplicabili) le ultime disposizioni regionali.

Campo, dunque, «nell’interesse superiore della salvaguardia e della tutela della salute dei nostri concittadini» sceglie di  riallinearsi «ai tempi ed alla ratio di riapertura di alcune attività come dettate dal Decreto presidenziale del 26 aprile».

Le decisioni regionali hanno scatenato un intenso focolaio di polemiche anche a Campo Calabro. «Scaricare sui Sindaci, nel cuore della notte, l’onere di gestire una così convulsa fase di riavvio di alcune attività che proprio perché strategiche necessitano di una accurata programmazione della ripartenza non è utile a nessuno. L’ordinanza regionale emessa poco prima delle 22 del 29 aprile costituisce – tuona il primo cittadino Sandro Repaci- un provvedimento repentino, difficilmente spiegabile ed in chiara controtendenza rispetto alla linea prudenziale che ha consentito alla Calabria di ridurre praticamente a zero i contagi da Coronavirus, e lo è ancora di più perché assunto senza alcuna consultazione con l’Anci e mutando nello spazio di poche ore il quadro delle misure di contenimento così faticosamente costruito dai vari livelli istituzionali e dal comportamento responsabile dei cittadini. Siamo fiduciosi che una maggiore concertazione fra i livelli istituzionali, la cui richiesta è stata reiterata con vigore nel corso della notte del 29 aprile dall’Anci Calabria, ci farà superare questo grave momento, contemperando la tutela della salute con la ripresa di una economia che riconosciamo si fragile e bisognosa , ma di aiuti efficaci, immediati e concreti».

Potrebbe interessarti

Coronavirus a Villa San Giovanni, verso la chiusura delle zone a rischio assembramenti
Attualità
941 views
Attualità
941 views

Coronavirus a Villa San Giovanni, verso la chiusura delle zone a rischio assembramenti

Francesca Meduri - 25 Ottobre 2020

VILLA SAN GIOVANNI - «Due nuovi casi ed uno in attesa di conferma. Un caso è riconducibile alla clinica Nova…

Campo Calabro. Nessun nuovo positivo tra impiegati e amministratori
Uncategorized
275 views
Uncategorized
275 views

Campo Calabro. Nessun nuovo positivo tra impiegati e amministratori

Consolata Maesano - 25 Ottobre 2020

CAMPO CALABRO - In questa piovosa domenica mattina la comunità del paesino che fa da balcone in riva allo Stretto…

VILLA. Due nuovi casi di coronavirus, più un terzo da confermare
Attualità
1063 views
Attualità
1063 views

VILLA. Due nuovi casi di coronavirus, più un terzo da confermare

Francesca Meduri - 24 Ottobre 2020

VILLA SAN GIOVANNI - Altri due casi  di coronavirus a Villa San Giovanni, più un terzo da confermare. Uno dei…