VILLA. Erosione costiera, convenzione milionaria non c’entra nulla con lavori urgenti da 45 mila euro

15 Febbraio 2020
619 Views
Stampa

VILLA SAN GIOVANNI – E anche in tema di erosione costiera la comunicazione dell’amministrazione comunale lascia a desiderare e genera confusione soprattutto in quanti non conoscono bene le vicende degli ultimi mesi. 

Nel comunicato diffuso ieri dai vertici di palazzo San Giovanni, infatti, sembrerebbe quasi che la convenzione da 1 milione e 800 euro appena firmata abbia a che fare con i lavori di somma urgenza che stanno per partire. Non è così. Per realizzare gli interventi  (quali, poi, visto che mancano progetti e step di attuazione?) finanziati con 1 milione e 800 euro bisognerà aspettare ancora un bel po’, forse davvero tanto, a meno che non venga accolta la richiesta del Comune e del Comitato a difesa della costa di poter utilizzare almeno in parte la somma. Un risultato auspicabile, ma non facile da ottenere. In ogni caso, vista l’entità della somma finanziata, l’inizio dei lavori derivanti dalla stessa somma sarà ovviamente vincolato dalla conclusione di un iter burocratico che, prevedendo tra le altre cose bandi e gare d’appalto, non si preannuncia affatto breve.

Resta, certamente, l’importanza di un passo, quello della firma della convenzione relativa al finanziamento regionale di 1,8, assolutamente fondamentale nell’ottica di un completo e duraturo restyling del litorale di Cannitello e Porticello.

Oggi, dunque, ciò che sta per essere attuato è soltanto (ma sempre una gran cosa vista la devastazione che vige nell’area) un intervento di messa in sicurezza di 3 fabbricati gravemente danneggiati tra le foci dei torrenti Piria e Zagarella per un importo di circa 45 mila euro, lavori di somma urgenza affidati con determina n. 1379 dello scorso 16 dicembre alla ditta Bellantone Domenico aggiudicataria della gara indetta dall’ufficio tecnico comunale dopo l’approvazione del progetto esecutivo, in data 28 novembre 2019, da parte della giunta comunale, riguardante appunto la messa in sicurezza delle case nella zona costiera tra il Piria e lo Zagarella, intervento previsto e finanziato da apposita convenzione tra il Comune e la Regione Calabria Dipartimento Presidenza – Unità operativa di Protezione Civile per un importo di 60 mila euro

Affidati alla fine del 2019 i lavori tra i torrenti Piria e Zagarella hanno subito, assieme ad altri iter relativi a lavori pubblici e privati, uno stop  a causa delle note vicende giudiziarie che hanno interessato l’ufficio tecnico comunale e che hanno determinato una fase di stallo per la momentanea assenza di un responsabile dello stesso ufficio e per l’interdizione di alcuni dipendenti. La situazione si è sbloccata negli ultimissimi giorni quando, a seguito dell’ennesima violenta mareggiata, i proprietari delle abitazioni hanno rivendicato a gran voce l’inizio degli interventi di messa in sicurezza. Si sono quindi tenuti alcuni incontri tra le parti interessate e un sopralluogo sul posto a cura dei vigili del fuoco, fino all’ennesima allerta meteo e alla convocazione sui luoghi, da parte della neo responsabile dell’ufficio tecnico ingegnere Ida Albanese, dell’impresa aggiudicataria e dell’architetto Filippo De Blasio che ha manifestato la propria disponibilità ad assumere l’incarico di direttore dei lavori. Col verbale dei lavori di somma urgenza, pertanto, l’ingegnere Albanese ha disposto «l’immediata esecuzione degli interventi ad opera dell’impresa Bellantone Domenico che si è resa tempestivamente disponibile alla ripresa degli stessi». Nel dettaglio, la ditta era risultata aggiudicataria dei lavori per un importo di 42.625,99 euro oltre a oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso pari a 1.949,31 euro, per un totale di 44.575,30 euro, secondo il quadro economico approvato: lavori a base d’asta 47.231,01 euro, oneri di sicurezza non soggetti a ribasso 1.949,31 euro, totale 49.180,33, Iva 22%, totale 60.000,00 euro.

Terminati i lavori urgenti di messa in sicurezza delle abitazioni non resterà che attendere ulteriori novità positive sull’iter per l’utilizzo di 1 milione e 800 mila euro, per adesso l’unica vera occasione per intervenire in modo incisivo sulla riqualificazione della costa. 

(Francesca Meduri)

Potrebbe interessarti

VILLA. Dolore e sgomento per la morte di Luigi Corio
Uncategorized
1319 views
Uncategorized
1319 views

VILLA. Dolore e sgomento per la morte di Luigi Corio

Francesca Meduri - 7 Aprile 2020

Villa San Giovanni si è svegliata oggi dilaniata e distrutta dal dolore per l’improvvisa e prematura scomparsa di Luigi Corio,…

Coronavirus in Calabria, nuova impennata di contagi
Attualità
666 views
Attualità
666 views

Coronavirus in Calabria, nuova impennata di contagi

Francesca Meduri - 5 Aprile 2020

Crescono i casi di coronavirus in Calabria. Il bollettino diramato poco fa dalla Regione Calabria non fa dormire sonni tranquilli…

Sparatoria a Scilla scatenata da un video sul web: due arresti per tentato omicidio ed estorsione. FOTO E VIDEO
Cronaca
2148 views
Cronaca
2148 views

Sparatoria a Scilla scatenata da un video sul web: due arresti per tentato omicidio ed estorsione. FOTO E VIDEO

Francesca Meduri - 5 Aprile 2020

È stato un video postato sulla rete a scatenare la rabbia che ha condotto Domenico Nasone – già noto all’Arma…