VILLA. Erosione costiera, Impegno in Comune sui fondi regionali: «Mancano i progetti, passerà molto tempo»

10 Febbraio 2020
587 Views
Stampa

VILLA SAN GIOVANNI – Impegno in Comune ha risposto presente all’invito alla riunione odierna a Reggio Calabria sulla scottante questione dell’erosione costiera. Ma non sono notizie rassicuranti quelle raccolte dal gruppo di minoranza composto da Cristian e Mimmo Aragona: l’utilizzo dei fondi regionali è ancora lontano perché mancano i progetti e l’unica possibilità di intervento celere e immediato sta nella somma urgenza.

Scrivono i consiglieri Aragona: «In data odierna si è tenuto presso la sede della Città Metropolitana un incontro avente ad oggetto la problematica dell’erosione costiera, alla quale il Gruppo Impegno in Comune ha ritenuto di partecipare, tanto per manifestare vicinanza al comitato costituito dai cittadini di Cannitello e Porticello, quanto per avere diretta cognizione dello stato delle cose».

Impegno in Comune va al dunque e delinea, impietosamente, il quadro del confronto istituzionale alla Città Metropolitana: «E’ emerso in maniera eclatante che le interlocuzioni sino ad ora intraprese dalla nostra amministrazione sul tema, siano state rivolte ad un soggetto istituzionale (Città Metropolitana) che allo stato non ha le deleghe necessarie ad intervenire; la competenza è e resta della Regione Calabria; le somme di cui tanto si parla, purtroppo utilizzate sempre come slogan elettorali e/o come diversivi rispetto ad altre problematiche, risultano stanziate ormai da lungo tempo senza che nessuno possa prendersi meriti diretti e/o indiretti che non ha, quanto diversamente gravi sono le responsabilità determinate dai ritardi in cui è palesemente incappata la maggioranza nel tentativo di amministrare la città, ancora oggi la tanto decantata firma della convenzione per il trasferimento dei fondi non è stata apposta; per poter beneficiare delle somme che saranno utilizzate per le nostre coste, ancora mancano progetti e step di attuazione (studi di settore, fattibilità delle opere, etc.) per cui se tutto va bene dovrà passare ancora molto tempo prima che si veda traccia di un intervento».

Ricorda, quindi, Impegno in Comune: «Era il mese di aprile del 2018 quando il Consiglio Comunale con voto unanime dichiarava lo stato di emergenza a seguito dei gravi danni già allora presenti sul territorio senza che l’amministrazione abbia intrapreso alcun percorso utile a risolvere o quantomeno mitigare il problema. Il sindaco, massima autorità del Comune nella sua veste di responsabile di protezione civile, avrebbe dovuto sfruttare lo stato di emergenza per giungere alla dichiarazione di calamità naturale e, quindi, poter intervenire anche attraverso la somma urgenza per attuare interventi di salvaguardia oggi divenuti irrimandabili».

Potrebbe interessarti

Prodotti tipici calabresi, a Villa San Giovanni ha aperto i battenti “Excellentia Mediterranea”
Enogastronomia
1686 views
Enogastronomia
1686 views

Prodotti tipici calabresi, a Villa San Giovanni ha aperto i battenti “Excellentia Mediterranea”

Francesca Meduri - 23 Maggio 2020

Un viaggio nelle innumerevoli eccellenze gastronomiche dell’area dello Stretto e dell’intera Calabria, dove ogni tappa è un’immersione in un mondo…

Nuova apertura discarica Melicuccà? Libera preoccupata: “prima la bonifica”
ambiente e salute
171 views
ambiente e salute
171 views

Nuova apertura discarica Melicuccà? Libera preoccupata: “prima la bonifica”

Consolata Maesano - 23 Maggio 2020

Il Presidio "Libera - Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie" Paolo Bagnato - Lea Garofaolo di Bagnara e Scilla…

Reggio C. Prima campagna di prospezioni subacquee dei fondali antistanti il lungomare
Ambiente e natura
140 views
Ambiente e natura
140 views

Reggio C. Prima campagna di prospezioni subacquee dei fondali antistanti il lungomare

Francesca Meduri - 23 Maggio 2020

[gallery ids="40213,40214,40215"] La situazione emergenziale che dal mese di marzo ha modificato la vita di ciascuno di noi, anche nell’attività lavorativa,…