Marco Siclari alla prima da senatore nella sua Villa San Giovanni: “Mai tagliato cordone ombelicale con la mia città”

17 Aprile 2018
1678 Views
Stampa

di FRANCESCA MEDURI

VILLA SAN GIOVANNI – Accoglienza calorosa per Marco Siclari alla prima da senatore nella sua Villa San Giovanni, ieri pomeriggio nell’aula consiliare, da parte di amministratori e consiglieri comunali, esponenti dell’associazionismo locale, semplici cittadini.

Calore e orgoglio nei confronti di un giovane politico che, in virtù del suo ruolo istituzionale, può fare davvero molto per la città degli imbarchi e, naturalmente, per l’intero territorio metropolitano di Reggio Calabria e la Calabria tutta.

Villa San Giovanni in particolare ripone tante aspettative nel proprio figlio e, in modo bipartisan, lo ha omaggiato di congratulazioni e applausi trasferendogli istanze e speranze.

Dal presidente del Consiglio Nino Giustra al sindaco facente funzioni Maria Grazia Richichi, passando per altri amministratori e consiglieri di ambo gli schieramenti, fino ai rappresentanti dell’associazionismo, tante parole di elogio e di incoraggiamento per il parlamentare di Forza Italia. Che a tanto affetto e fiducia ha risposto coniugando emozione e determinazione: «Non ho mai tagliato il cordone ombelicale con Villa San Giovanni, nonostante 20 anni trascorsi a Roma. Essere qui è un privilegio, e sento forte il senso di responsabilità perché posso fare qualcosa per la nostra terra», ha esordito Marco Siclari nella sala del Consiglio comunale villese.

Il senatore forzista ha quindi ricordato le questioni che più gli stanno a cuore e per le quali si è attivato sin da subito, a cominciare dalla drammatica situazione della sanità reggina e calabrese. E poi, ancora, ha ribadito le ragioni che lo hanno spinto a promuovere la costituzione di un intergruppo parlamentare: «Una iniziativa attraverso la quale saranno raccolte tutte le istanze e i grandi progetti (alta velocità, statale 106 ecc.) provenienti dai territori, al fine di creare un unico tavolo per il rilancio del Sud». Fino a entrare nel merito delle problematiche villesi, che lo vedranno impegnato già nelle prossime ore. Il sogno di tutti (o quasi) è lo spostamento del porto a sud e, a tal proposito, Siclari ha annunciato «un incontro con un esperto di fondi europei, per valutare la via più idonea a reperire i fondi necessari per la realizzazione dell’opera». Già in agenda anche un incontro con l’Anas per il polmone di stoccaggio, mentre è in corso di organizzazione «un incontro con i vertici di Bluferries  – ha riferito Siclari –  per conoscere nei dettagli la rendicontazione dei fondi utilizzati per la continuità territoriale nello Stretto di Messina».

Nel suo intervento, il senatore di Fi ha comunque toccato più argomenti ribadendo, infine, il suo impegno a favore della comunità villese e dello Stretto, che oggi ha l’opportunità unica di vedere i frutti – in termini di sviluppo turistico e crescita economica – di un patrimonio paesaggistico e naturalistico di immane bellezza.

Potrebbe interessarti

Coronavirus a Villa San Giovanni, verso la chiusura delle zone a rischio assembramenti
Attualità
968 views
Attualità
968 views

Coronavirus a Villa San Giovanni, verso la chiusura delle zone a rischio assembramenti

Francesca Meduri - 25 Ottobre 2020

VILLA SAN GIOVANNI - «Due nuovi casi ed uno in attesa di conferma. Un caso è riconducibile alla clinica Nova…

Campo Calabro. Nessun nuovo positivo tra impiegati e amministratori
Uncategorized
282 views
Uncategorized
282 views

Campo Calabro. Nessun nuovo positivo tra impiegati e amministratori

Consolata Maesano - 25 Ottobre 2020

CAMPO CALABRO - In questa piovosa domenica mattina la comunità del paesino che fa da balcone in riva allo Stretto…

VILLA. Due nuovi casi di coronavirus, più un terzo da confermare
Attualità
1065 views
Attualità
1065 views

VILLA. Due nuovi casi di coronavirus, più un terzo da confermare

Francesca Meduri - 24 Ottobre 2020

VILLA SAN GIOVANNI - Altri due casi  di coronavirus a Villa San Giovanni, più un terzo da confermare. Uno dei…