VILLA SAN GIOVANNI. Proroga decreto emergenza, i ‘LeAli’: “Merito prima nostro e poi del commissario”

23 Febbraio 2018
793 Views

Stampa
Di seguito il comunicato della coalizione “LeAli per Villa”:

Fondi decreto emergenza: frutto del lavoro svolto prima dall’amministrazione Siclari e poi dal commissario Saladino.

La proroga ottenuta per i fondi del decreto emergenza non può che entusiasmarci considerando che è, soprattutto, frutto dell’incontro svolto a Roma il 20 settembre 2017, quando la nostra maggioranza era ancora in carica.
In quel momento l’opposizione e Italia dei Valori hanno attaccato dicendo che non avrebbero mai dato la proroga. In verità noi eravamo fiduciosi (come riportato agli organi di stampa) e, infatti, la proroga è arrivata.
Questo è stato possibile grazie al proficuo ed egregio lavoro del Commissario Saladino al quale, durante il passaggio di consegna, avevamo segnalato l’importanza della questione ma anche grazie all’interessamento di Marco Siclari che ha contribuito in maniera decisiva all’accreditamento dei fondi, a Rosanna Scopelliti, a Nico D’Ascola e a Giovanni Bilardi, che, senza logiche di appartenenza politica e/o partitica, hanno sposato la causa della Città di Villa San Giovanni perorando le ragioni della proroga nell’utilizzo dei fondi. E’ bene precisare che nella decisione di prorogare il termine di scadenza dei fondi abbia concorso in maniera decisiva il positivo giudizio del Dipartimento della Protezione Civile sul lavoro svolto dalla nuova amministrazione comunale Siclari, a guida del Vicesindaco Mariagrazia Richichi, che ha impresso una forte accelerazione nello sblocco degli appalti e nella repentina apertura dei cantieri. Durante la trasferta capitolina si è riusciti ad ottenere il completo accreditamento delle somme residue di € 11.184.349,18 direttamente nelle casse comunali, con la fine della contabilità speciale. La squadra che ha portato la missione romana a termine, capitanata dalla Richichi con il supporto necessario degli allora delegati Domenico D’Agostino al bilancio e Giovanni Imbesi alle grandi opere, aveva inoltre incassato un plauso per la definizione della vertenza relativa al molo di sottoflutto, che ha consentito di definire il contenzioso e di completare l’opera strategica all’interno del decreto emergenza.
Diviene, dunque, stucchevole che l’opposizione consiliare, ovvero, forze politiche non presenti in consiglio si assumano nella vicenda meriti che non solo non competono, ma che, travisando la realtà dei fatti, vadano ad offuscare l’operato attivo, fattivo e costruttivo dell’amministrazione Siclari prima e del Commissario Saladino poi ai quali unicamente può essere attribuito il merito di aver salvato le fondamentali risorse finanziarie del cosiddetto Decreto Emergenza, iniziando la strada per la risoluzione della problematica dell’inquinamento ambientale ed acustico che attanaglia la Città da troppi anni. Esistono realtà inconfutabili e chiacchiere da bar e a queste ultime non andrebbe dato seguito. Il lavoro svolto fin qui dai consiglieri della coalizione LeAli per Villa è accertato da fatti, non da parole.

Potrebbe interessarti

Scilla in cammino verso la festa di San Rocco
celebrazioni
193 views
celebrazioni
193 views

Scilla in cammino verso la festa di San Rocco

Francesca Meduri - 7 Luglio 2020

La prima domenica di luglio è data cara agli abitanti di Scilla, poiché inaugura le Sette Domeniche di preparazione alla…

Nuovi bandi GalBatir: risorse per area dello Stretto, Costa Viola e Piana di Gioia Tauro
Attualità
127 views
Attualità
127 views

Nuovi bandi GalBatir: risorse per area dello Stretto, Costa Viola e Piana di Gioia Tauro

Francesca Meduri - 7 Luglio 2020

Area dello Stretto, Costa Viola e Piana di Gioia Tauro-Rosarno sono le zone in cui le imprese agricole e non…

Reggio C. Festa della Madonna senza processione
celebrazioni
72 views
celebrazioni
72 views

Reggio C. Festa della Madonna senza processione

Francesca Meduri - 7 Luglio 2020

Si è svolta questa mattina in Prefettura, alla presenza del Prefetto, dell’Arcivescovo Metropolita di Reggio Calabria, del Questore e dei…