Scilla, festa patronale: “divampa” la polemica sui fuochi di mezzanotte

15 agosto 2013
144 Views
Stampa

image

SCILLA  – Sono per tutti, ma li paga solo la parrocchia. E il prete non ci sta. I fuochi di mezzanotte “accendono” la  festa in onore di San Rocco. In attesa del tradizionale spettacolo pirotecnico che domenica chiuderà i festeggiamenti patronali, infatti, don Francesco Cuzzocrea sbotta e domanda perché un evento religioso di così forte richiamo turistico debba essere a carico dei fedeli. Anzi, quest’anno lo show di luci, forme e colori sarà garantito grazie alla sua personale responsabilità.

Mentre sono già andati a ruba i pacchetti promozionali (ad esempio: “panino+bibita+fuochi”= € …) offerti da operatori economici di tutta la provincia per quella notte, al parroco di Scilla viene spontaneo rivolgere questo interrogativo: «Possibile che, in aggiunta a tutto il carico che l’organizzazione della festa patronale comporta, debba continuare ad essere proprio la parrocchia ad organizzare e pagare i fuochi di mezzanotte che costituiscono un mero richiamo turistico, propagandato dagli operatori del settore e utilizzato a scopo di lucro per l’indubbio ritorno economico che comporta?». Don Cuzzocrea tiene subito a puntualizzare: «Non siamo contrari a tutto questo – scrive il sacerdote sul portale web della parrocchia – anzi lo vediamo positivamente per lo sviluppo economico e culturale di Scilla, poiché molti nostri ragazzi lavorano proprio d’estate e grazie a queste iniziative». Fino ad arrivare al dunque di quella che appare una protesta-proposta: «Non riusciamo a capire – lamenta don Cuzzocrea – perché gli enti pubblici o le associazioni di categoria non investano su questo spettacolo, magari – propone il prete – facendolo diventare un vero e proprio Festival dei Fuochi (con un’offerta turistica integrata e coinvolgendo contemporaneamente più industrie pirotecniche) e sgravando la parrocchia che ha dei limiti oggettivi, che non è chiamata a queste competenze e che vorrebbe impegnarsi – questo il desiderio di don Francesco Cuzzocrea nonché scopo del suo sfogo – maggiormente nel campo dell’annuncio, della solidarietà e nell’opera titanica di mantenimento delle sue ben otto chiese».

Francesca Meduri

Potrebbe interessarti

VILLA SAN GIOVANNI. Nuovo ricorso contro Siclari, Idv: «Chi ha paura del rispetto delle regole?»
Attualità
274 views
Attualità
274 views

VILLA SAN GIOVANNI. Nuovo ricorso contro Siclari, Idv: «Chi ha paura del rispetto delle regole?»

Francesca Meduri - 25 aprile 2018

IDV: «CHI HA PAURA DEL RISPETTO DELLE REGOLE?» Villa San Giovanni - Di seguito il comunicato stampa di Idv-Villa San…

VILLA. Tentato omicidio davanti alla scuola, la ricostruzione completa dei fatti e tutti i ragazzi coinvolti
Comunicati stampa
1738 views
Comunicati stampa
1738 views

VILLA. Tentato omicidio davanti alla scuola, la ricostruzione completa dei fatti e tutti i ragazzi coinvolti

Francesca Meduri - 24 aprile 2018

Di seguito il comunicato dei Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria: Nelle prime ore del 24 aprile 2018, i…

VILLA. Ragazzo accoltellato, fermato studente albanese di 20 anni. Denunciati altri giovani
Cronaca
1550 views
Cronaca
1550 views

VILLA. Ragazzo accoltellato, fermato studente albanese di 20 anni. Denunciati altri giovani

Francesca Meduri - 24 aprile 2018

Villa San Giovanni -C'è un provvedimento di fermo di indiziato di delitto per l'accoltellamento di G.N., avvenuto ieri mattina a…