Villa, a Legalitàlia è il turno del procuratore Creazzo: «La gente prenda coscienza della ‘ndrangheta»

12 agosto 2013
96 Views
Stampa

VILLA SAN GIOVANNI  – “Legalità è consapevolezza” è stato lo slogan del meeting di “Legalitàlia 2013” svoltosi sabato sera a Cannitello di Villa San Giovanni. Un incontro destinato soprattutto ai giovani, come d’altronde tutti quelli previsti dalla manifestazione promossa dal Movimento “Ammazzateci tutti” e dalla Fondazione “Antonino Scopelliti”, ma che in realtà ha visto una scarsa partecipazione da parte delle nuove generazioni, a eccezione dei ragazzi impegnati nell’associazionismo antimafia e seguaci della comitiva guidata da Aldo Pecora e Rosanna Scopelliti.

Ha risposto invece presente, e questa è stata la buona notizia, un pubblico più adulto e che, forse, sarà anche più consapevole dopo aver ascoltato le parole del procuratore della Repubblica di Palmi Giuseppe Creazzo. Alle domande di Aldo Pecora su come poter debellare il fenomeno mafioso, il magistrato impegnato nella Piana risponde dettando una ricetta che coincide appieno con lo slogan del meeting.

Non ha dubbi Creazzo nel sostenere che la sconfitta della criminalità organizzata, ‘ndrangheta in Calabria, «passi da una presa di coscienza della gente». Una convinzione frutto della constatazione che la piaga della mafia non si arresta semplicemente perché c’è una società che continua a produrla. Si spiega meglio Creazzo: «I mafiosi appartengono ad associazioni che trovano consenso in alcuni strati della popolazione che si sono adeguati ai loro “valori”». E quando ci si adegua a qualcosa di sbagliato, probabilmente è ancora più difficile invertire la rotta. Serve uno sforzo in più. Un impegno maggiore. Una forza che ognuno deve trarre dal dentro di sé, per prendere davvero atto della pericolosità della criminalità organizzata. «Fino a quando – avverte Creazzo – non svilupperemo gli anticorpi sociali che ci spingeranno a dire no, le mafie non saranno sconfitte. Serve – il monito del procuratore di Palmi – una presa di coscienza dei giovani sull’azione delle mafie. Mafie che comprimono alcuni dei più elementari diritti dei cittadini, come quello stesso di autodeterminarsi, o il diritto al lavoro. Bisogna – esorta ancora Creazzo – prendere consapevolezza che la ‘ndrangheta ci soffoca, e allora sarà l’inizio della fine della ‘ndrangheta. Se si prendesse veramente coscienza della negatività della ‘ndrangheta, per questa sì che sarebbe davvero la fine». E per far sì che ciò accada bisogna comunque parlarne. Da questo punto di vista le cose sono parecchio cambiate negli ultimi 10 anni. «Oggi finalmente – sottolinea Giuseppe Creazzo – si parla liberamente di ‘ndrangheta, se ne discute, si organizzano manifestazioni sulla legalità, attraverso le quali – conclude il magistrato – si comincia a seminare il fatto che si parli di questi problemi».

Ad arricchire il meeting anche i contributi del deputato Pd Davide Faraone (che propone Rosanna Scopelliti quale presidente della prossima Commissione parlamentare antimafia), dell’ex ufficiale dell’Arma dei Carabinieri e docente universitario Angelo Jannone (destinatario di una menzione speciale nell’ambito del V Premio “Antonino Scopelliti”), di Rosanna Scopelliti. La figlia del magistrato ucciso 22 anni fa a Piale ribadisce il senso del proprio impegno antimafia. «Un impegno a difesa della memoria, del ricordo – riafferma la giovane deputata del Pdl – per tutte le morti che attendono verità e giustizia. I familiari hanno tutto il diritto di battersi affinché ciò avvenga».

 Francesca Meduri

Potrebbe interessarti

VILLA SAN GIOVANNI. Nuovo ricorso contro Siclari, Idv: «Chi ha paura del rispetto delle regole?»
Attualità
270 views
Attualità
270 views

VILLA SAN GIOVANNI. Nuovo ricorso contro Siclari, Idv: «Chi ha paura del rispetto delle regole?»

Francesca Meduri - 25 aprile 2018

IDV: «CHI HA PAURA DEL RISPETTO DELLE REGOLE?» Villa San Giovanni - Di seguito il comunicato stampa di Idv-Villa San…

VILLA. Tentato omicidio davanti alla scuola, la ricostruzione completa dei fatti e tutti i ragazzi coinvolti
Comunicati stampa
1738 views
Comunicati stampa
1738 views

VILLA. Tentato omicidio davanti alla scuola, la ricostruzione completa dei fatti e tutti i ragazzi coinvolti

Francesca Meduri - 24 aprile 2018

Di seguito il comunicato dei Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria: Nelle prime ore del 24 aprile 2018, i…

VILLA. Ragazzo accoltellato, fermato studente albanese di 20 anni. Denunciati altri giovani
Cronaca
1550 views
Cronaca
1550 views

VILLA. Ragazzo accoltellato, fermato studente albanese di 20 anni. Denunciati altri giovani

Francesca Meduri - 24 aprile 2018

Villa San Giovanni -C'è un provvedimento di fermo di indiziato di delitto per l'accoltellamento di G.N., avvenuto ieri mattina a…