Villa, a mare tra meduse e vermecani …

8 agosto 2013
448 Views
Stampa

VILLA SAN GIOVANNI – Non  bastavano le meduse a guastare le giornate al mare dei cittadini e dei vacanzieri, spesso costretti a rinunciare a bagni e tuffi per evitare i tentacoli urticanti delle sgraditissime ospiti delle acque della Costa Viola.

In questa estate sempre più torrida, infatti, a terrorizzare i bagnanti ci si sono messi pure i vermecani. La loro presenza non è di certo una novità nel litorale del basso Tirreno reggino, ma forse mai era stata così massiccia. Ne sanno qualcosa soprattutto i frequentatori della spiaggia di Cannitello, dove non passa giorno senza che ne sia notato uno. Tra i sassi vicino la riva o addirittura sulla sabbia. Mentre nel cuore della Costa Viola, tra Santa Trada e Scilla, i vermecani strisciano perlopiù ai lati degli scogli. E tra i bagnanti scoppia non solo la curiosità ma anche la paura. Con i genitori in allarme per i propri bambini: «E’ un peccato – dice rammaricato N.M., in vacanza con la famiglia  a Porticello di Villa San Giovanni – che un mare così bello non possa essere vissuto in tranquillità. Tra meduse e vermecani, ormai non c’è pace! Specialmente le meduse non ci hanno dato quasi mai tregua. Le istituzioni preposte – propone N.M. – dovrebbero adoperarsi per la realizzazione di barriere antimeduse. Se ne sente parlare sempre  di più e pare che siano efficaci. Senza le necessarie misure antimeduse – avverte infine N.M. – è sicuro che in tanti non sceglieranno più la Costa Viola come meta vacanziera». Ma ad essere infastiditi, ovviamente, non sono solo i turisti. «Dove portiamo – così una giovane mamma villese, G.S., commenta su Facebook l’invasione di vermecani – i nostri figli a mare?». Proprio così; perché c’è il rischio di farsi male davvero imbattendosi in un vermecane (detto anche vermocane, verme di fuoco e verme di mare). Non è un organismo velenoso, ma i ciuffi di spine di cui è dotato lo rendono particolarmente insidioso. Se infastidito o anche urtato inavvertitamente, il vermecane può infliggere dolorosissime irritazioni lanciando gli aghi a uncino verso la minaccia. In caso di puntura si possono rimuovere le minuscole setole urticanti con un nastro adesivo, mentre l’applicazione di alcol può alleviare il dolore. Possono essere necessari pure parecchi giorni per vedere sparire i fastidi causati dal “contatto” con un vermecane. Insomma, non resta che tenere gli occhi sempre ben aperti al mare. Anche se a volte non basta.

Francesca Meduri

Potrebbe interessarti

VILLA SAN GIOVANNI. Nuovo ricorso contro Siclari, Idv: «Chi ha paura del rispetto delle regole?»
Attualità
272 views
Attualità
272 views

VILLA SAN GIOVANNI. Nuovo ricorso contro Siclari, Idv: «Chi ha paura del rispetto delle regole?»

Francesca Meduri - 25 aprile 2018

IDV: «CHI HA PAURA DEL RISPETTO DELLE REGOLE?» Villa San Giovanni - Di seguito il comunicato stampa di Idv-Villa San…

VILLA. Tentato omicidio davanti alla scuola, la ricostruzione completa dei fatti e tutti i ragazzi coinvolti
Comunicati stampa
1738 views
Comunicati stampa
1738 views

VILLA. Tentato omicidio davanti alla scuola, la ricostruzione completa dei fatti e tutti i ragazzi coinvolti

Francesca Meduri - 24 aprile 2018

Di seguito il comunicato dei Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria: Nelle prime ore del 24 aprile 2018, i…

VILLA. Ragazzo accoltellato, fermato studente albanese di 20 anni. Denunciati altri giovani
Cronaca
1550 views
Cronaca
1550 views

VILLA. Ragazzo accoltellato, fermato studente albanese di 20 anni. Denunciati altri giovani

Francesca Meduri - 24 aprile 2018

Villa San Giovanni -C'è un provvedimento di fermo di indiziato di delitto per l'accoltellamento di G.N., avvenuto ieri mattina a…